Rubriche

Per diventare nuovi bisogna avere il coraggio di Maria.

Per diventare nuovi bisogna avere il coraggio di Maria.

rubrica d’ispirazione religiosa a cura di Totò Sauna

In quel tempo, [i pastori] andarono, senza indugio, e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, adagiato nella mangiatoia. E dopo averlo visto, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro.
Tutti quelli che udivano si stupirono delle cose dette loro dai pastori. Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore.
I pastori se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com’era stato detto loro.
Quando furono compiuti gli otto giorni prescritti per la circoncisione, gli fu messo nome Gesù, come era stato chiamato dall’angelo prima che fosse concepito nel grembo. Lc 2,16-21
Sono ancora frastornato dai fatti di fine anno, che hanno colpito la nostra città. Una famiglia distrutta. Due bimbe uccise dalla madre. Chiude male l’anno nella nostra città. Nel solo 2016 Ci sono stati  sette suicidi. Non si può fare di tutta un’erba un fascio. Bisogna capire,  caso per caso. Non sono un sociologo. Non sono uno psichiatra. Non capisco niente di queste cose. Però, mi sento triste. Tanto. Mi pongo domande. Cerco risposte. Allora, solo una è la risposta che trovo. Manca Gesù nel nostro cuore. Manca Gesù nella nostra società. Ci costruiamo un mondo dove escludiamo Gesù Cristo. Da tutto. Da fastidio. Senza di Lui tutto è vano e perdiamo il senso delle cose. Il peso delle cose. Il loro valore. Senza di Lui, tutto è uguale, tutto è permesso, tutto è più facile. Inizia un altro anno. Inizia augurandoci che il nuovo sia migliore del vecchio. Un augurio. Ma cosa cambia tra il 31 dicembre e il 1 gennaio? Niente. Cosa cambia nella mia e nella tua vita in una sola notte o in un solo anno? Niente. Perché la cose ci vanno male ? Quale metro usiamo per decidere se l’anno è stato  buono o non è stato buono? Se vinciamo la schedina è stato un anno fortunato, se ci arriva un tumore invece è stato un anno negativo. Riflettiamo e capiamo che non siamo i protagonisti della nostra vita. Dipendiamo dagli eventi. Zombie. Banderuole al vento. E se le cose non vanno come diciamo noi,o meglio gli altri non fanno quello che noi vogliamo che facciano, succede una tragedia. In tutti i sensi. Non parliamo più. Litighiamo. Creiamo i muri. Poi, quando succedono le tragedie iniziamo ad interrogarci. Vogliamo capire. Sapere. Comprendere. Non c’è nulla capire. Questi sono i risultati di una campagna contro Cristo. Lottiamo in tutti i modi per distruggere la famiglia, per distruggere Cristo dalla vita. Lottiamo per togliere il Crocefisso dalle aule scolastiche. Gridiamo all’amore, confondendolo con l’egoismo. Gridiamo alla libertà contro la Chiesa, scoprendoci schiavi di stereotipi che ci costringono ad essere sempre belli, magri, forti, palestrati , abbronzati. Chi non ci riesce è uno sfigato. Da evitare. Da isolare. Per scoprirci poi più soli, più vuoti e vaghiamo senza meta e pensiamo che noi, proprio noi, siamo il metro di tutto, noi siamo i protagonisti della nostra vita, a tal punto, che diventiamo capaci di togliere la vita ai figli, di toglierci la vita. Allora, il vero anno nuovo è Cristo.  Solo Lui. Vuoi avere un anno veramente nuovo? Abbraccia Cristo.  Ci prendiamo in giro come se fosse un cenone o i botti o le mutande rosse o le lenticchie che possono cambiarci, che possono portarci le novità, i soldi, il benessere, la ricchezza. La vita cambia se diciamo SI al Signore. La vita  cambia se riusciamo ad aprire il cuore a Cristo. L’anno nuovo, vero, inizia con Cristo. Il vecchio anno, come l’uomo vecchio, va buttato dalla finestra. Per diventare nuovi bisogna avere il coraggio di Maria. Dobbiamo avere il coraggio del suo Magnificat.

Buon Anno

Totò Sauna

Visualizzazioni articolo: 773
Rubriche

di più in Rubriche

….amate i vostri nemici, pregate per quelli che vi perseguitano

Redazione19 febbraio 2017

Rubriche: Siragusa, ‘ribadisco il giudizio negativo sull’amministrazione’

Liliana Blanco12 febbraio 2017

Il giudizio del cuore oltre i comandamenti

Redazione12 febbraio 2017

“Voi siete il sale della terra..”

Redazione5 febbraio 2017

Rubriche: La vittoria di Pirro

Liliana Blanco2 febbraio 2017

Beati i poveri in spirito, perchè di essi è il Regno dei cieli

Redazione29 gennaio 2017

Primarie nel centrodestra per la scelta del nuovo Governatore

Liliana Blanco28 gennaio 2017

Intervista al consigliere Cirignotta

Liliana Blanco24 gennaio 2017

…. convertitevi e credete al Vangelo

Redazione22 gennaio 2017

Una ventata di freschezza nel panorama giornalistico locale. Una nuova avventura “web-based” voluta, creata e condotta da un team giovane e competente. Una piazza virtuale per tutti i gelesi sparsi nel mondo e non solo. Questo e molto altro nel nuovo web-magazine che racconterà Gela e il circondario attraverso notizie in tempo reale, approfondimenti e una particolare attenzione alle storie, ai personaggi e agli eventi.

iscritto al n.3/2010 del registro di stampa in data 28/05/2010 del tribunale di Gela
Direttore Responsabile: Rosa Laura Battaglia - Editore: Pubblivision P.IVA: 01991870856