Politica

“Si” alla mozione sulla culla per la vita

“Si” alla mozione sulla culla per la vita

Gela – Alla  fine ha vinto la vita. Subito dopo il ponte pasquale, è ripresa l’attività del consiglio comunale. In agenda due mozioni: la culla per la vita presentata dal consigliere comunale di ‘Un’altra Gela’ Salvatore Sammito e dalla consigliera indipendente Angela Di Modica e firmata da 12 consiglieri e la mozione della consigliera Sandra Bennici ‘Il comune sei tu’. La finalità della mozione dei 14 consiglieri è quella di evitare il ricorso all’aborto e prevenire l’abbandono del bambino nato. “Le donne infatti verrebbero aiutate in anonimato a sostenere la propria gravidanza – ha spiegato il consigliere –  a dare alla luce in tutta sicurezza il proprio figlio ed eventualmente, se la propria condizione di vita impedisce di crescerlo, ad affidarlo alle cure di altri genitori pronti ad accoglierlo nella propria vita ed assicurargli un futuro dignitoso. Comunque non abbandonarlo.”. Gli hanno fatto eco la conigliera Di Modica e altri consiglieri, tutti concordi nel tentativo di evitare il rischio di abbandono del bambino, come anche l’assessore Abela. Quando il parto non avviene in ospedale, infatti, se la donna teme che possa essere tradito l’anonimato, esiste la possibilità offerta da alcuni ospedali italiani di lasciare il bambino, in completa sicurezza, in speciali culle termiche. Sono culle dotate di sensori che segnalano la presenza del neonato e nelle quali i bambini possono essere lasciati in modo totalmente anonimo, nella certezza che saranno subito accuditi da personale specializzato e sottoposti alle cure necessarie. Si tratta della ruota degli esposti o chiamata anche culla per la vita. In Europa è molto diffusa , 99 strutture disponibili in Germania, 45 in Polonia, 44 nella Repubblica Ceca e via via fino all’Italia che ne possiede 54. Si trovano in ospedali, istituzioni religiose e perfino in luoghi pubblici. Sicilia compresa come ad esempio l’istituto delle Figlie della Carità di San Vincenzo, a Palermo. L’argomento era molto sentito ed in aula: stasera si sono presentati i responsabili della sezione locale del Cav, Rocco e Giovanna Giudice che da 40 anni si adoperano per scongiurare il rischio dell’aborto e che sono andati via contenti per avere incassato un’altra piccola vittoria. La mozione è stata votata favorevolmente all’unanimità dei presenti. Soddisfazione ha espresso il consigliere Sammito e la Di Modica per l’alto senso di civiltà dimostrato dal consiglio comunale.  Poi si è passati alla mozione della consigliera “Il Comune sei tu” che propone di donare il 5X1000 ai  servizi sociali nella dichiarazione dei redditti e questo può essere determinante per la qualità della vita dei soggetti più deboli, specificando che il 5 per mille dell’Irpef non è una tassa aggiuntiva né un onere economico in più a carico dei contribuenti,ma  la possibilità di destinare una quota di imposte versato allo Stato per finalità di carattere sociale. La votazione si stava svolgendo: sono stati contati 7 voti favorevoli, 7 contrari ed un astenuto quando è mancato il numero legale. La consigliera Di Modica ha notato no  per una motivazione fondata  sulla sua esperienza professionale. Il mio lavoro di tributarista – ha detto –  mi permette di conoscere il lavoro minuzioso e utilissimo svolto dalle onlus, dalle associazioni di volontariato e dalle altre associazioni nel campo dell’assistenza e sostegno delle fasce più deboli della popolazione. Il 5 x 1000 che verrebbe destinato al comune di gela sottrarrebbe queste esigue ma fondamentali risorse a tutte queste realtà  che la lavorano attivamente nel territorio sostituendolo alle varie istituzioni preposte. Si tornerebbe indietro di 50 anni ai tempi del dopoguerra dove si attirerebbero le folle in cambio dei viveri. L’amministrazione  invece dovrebbe razionalizzare meglio le ingenti risorse che provengono dallo Stato e dalla Regione e non destinare in attività assistenziali bensì a creare le condizioni più favorevoli per lo sviluppo del territorio e del lavoro”.

banner vision

Stampa articolo
Visualizzazioni articolo: 1.159
Politica

di più in Politica

Commissioni consiliari ‘un disastro annunciato’

Redazione20 agosto 2017

Messinese intervistato dal Sole 24 Ore

Rosa Battaglia18 agosto 2017

Scicolone bacchetta Cancelleri che ricalca i metodi di Crocetta

Liliana Blanco14 agosto 2017

Luigi Di Dio presidente della commissione Sviluppo economico

Redazione10 agosto 2017

IDV NIscemi: “l’arrivo della commissione non implica lo scioglimento dell’amministrazione”

Redazione10 agosto 2017

Cesare Damiano a Caltanissetta

Redazione10 agosto 2017

Sfiduciato il sindaco di Licata. Cambiano: “impugnerò l’atto”

Redazione10 agosto 2017

Di Modica presidente della commissione bilancio

Liliana Blanco9 agosto 2017

Forza Italia ‘Ferragosto sereno, poi la sfiducia’

Redazione9 agosto 2017

Una ventata di freschezza nel panorama giornalistico locale. Una nuova avventura “web-based” voluta, creata e condotta da un team giovane e competente. Una piazza virtuale per tutti i gelesi sparsi nel mondo e non solo. Questo e molto altro nel nuovo web-magazine che racconterà Gela e il circondario attraverso notizie in tempo reale, approfondimenti e una particolare attenzione alle storie, ai personaggi e agli eventi.

iscritto al n.3/2010 del registro di stampa in data 28/05/2010 del tribunale di Gela
Direttore Responsabile: Rosa Laura Battaglia - Editore: Pubblivision P.IVA: 01991870856