Cultura e Società

La Sicilia nel mondo con una nuova arte

La Sicilia nel mondo con una nuova arte

Riposto – L’arte rinnova i popoli e ne rivela la vita. Nella notte dei tempi l’uomo si è espresso con i graffiti e con il trucco del corpo. Ancora oggi le popolazioni tribali usano la pittura del corpo per i loro riti religiosi come migliore espressione di spiritualità.  Poi la pittura ha abbandonato la pelle e i muri e si è trasferita prevalentemente sulle tele, ma poiché la vita e l’arte sono intrise di corsi e ricorsi storici, dove niente si inventa ma tutto si rimescola e si recupera, si torna ai murales ed alla pittura del corpo.  Quest’ultima è conosciuta anche come body painting o dermocromia ed  è una delle arti del corpo che consiste nel dipingere il corpo umano a scopo ornamentale. Anticamente, la pittura del corpo veniva utilizzata per scopi religiosi, rituali, propiziatori o apotropaici nonché protettive, dato che, secondo alcuni autori, il colore teneva lontani gli insetti e formava uno strato protettivo contro le intemperie. I colori con cui la pittura del corpo viene eseguita, a differenza di quelli dei tatuaggi, hanno durata limitata ed il tempo di permanenza di questi ultimi sui corpi dipinti varia da qualche ora a qualche giorno. La pittura corporale è spesso associata ad altre forme d’arte, tra cui: la fotografia, che permette di immortalare l’attimo e conservare la creazione dell’artista; Il video, che riprende in diretta la realizzazione dell’opera. Sta prendendo piede in Sicilia grazie all’opera di una coppia originaria del catanese che l’ha già proposta e resa popolare a Niscemi e quando la moda scoppia, si sa, si prevede il boom. Adesso Simone Stella e Giovanna Patanè , come Dolce e Gabbana fanno con la moda, hanno rappresentato Sicilia nel mondo con il Body Painting,  con l’ennesima partecipazione alla kermesse mondiale di Body Painting che si svolge in Austria ogni mese di luglio. Vi  partecipano artisti oltre 50 nazioni concorrendo per le varie specialità del bodypainting.  Simone e Giovanna  ogni anno competono nella sezione ‘Effetti speciali’ e ogni volta  portano pezzi di Sicilia per farli conoscere al mondo. Qualche anno fa, lo hanno fatto con il tema ” pop art- arte popolare” hanno sviluppato sul corpo con le varie applicazioni rappresentando un teatrino di pupi siciliani.

Nello stesso anno il 2° tema era “Intelligenza artificiale”e realizzarono un lavoro che rappresentava  la protesta contro il MUOS nonostante la maggioranza dei giudici di gara fossero di origine americana. Anche quest’anno con il tema “arte e tradizione del tuo paese” hanno trasformato il modello in un vero carretto siciliano con le sue spettacolare uniche decorazioni tipiche.  Il miglior piazzamento l’anno scorso con un tema ambientato sulla mitologia hanno realizzato un ottimo 6° posto.

banner vision

Stampa articolo
Visualizzazioni articolo: 608
Cultura e Società

di più in Cultura e Società

Compleanno di ‘luce’ all’Inner Wheel di Gela

Liliana Blanco15 gennaio 2018

Nonostante le traversìe, l’ “Erba tinta” non muore mai

Redazione14 gennaio 2018

Rivedersi nelle foto di Cerniglia, curiosità per la mostra di Pardo

Redazione14 gennaio 2018

Lo Chef Pino Cuttaia, dalla ristorazione all’hotellerie

Redazione13 gennaio 2018

Concorso “Racconta il venerdì santo a Licata”

Redazione12 gennaio 2018

Assemblea dei Testimoni di Geova

Redazione12 gennaio 2018

Nuovi appuntamenti con la musica

Redazione12 gennaio 2018

Tutta la città in una mostra fotografica

Redazione11 gennaio 2018

Concorso di fotografia sociale “Nutriamoci di gesti – Io ti sono accanto”

Redazione10 gennaio 2018

Una ventata di freschezza nel panorama giornalistico locale. Una nuova avventura “web-based” voluta, creata e condotta da un team giovane e competente. Una piazza virtuale per tutti i gelesi sparsi nel mondo e non solo. Questo e molto altro nel nuovo web-magazine che racconterà Gela e il circondario attraverso notizie in tempo reale, approfondimenti e una particolare attenzione alle storie, ai personaggi e agli eventi.

iscritto al n.3/2010 del registro di stampa in data 28/05/2010 del tribunale di Gela
Direttore Responsabile: Rosa Laura Battaglia - Editore: Pubblivision P.IVA: 01991870856