Politica

Solidarietà a Federico, chiesto un consiglio comunale straordinario

Solidarietà a Federico, chiesto un consiglio comunale straordinario

Gela – Solidarietà a più voci per l’ex parlamentare Pino Federico al quale è stato incendiato il portone della propria abitazione. Sviluppo Democratico nell’esprimere sdegno e indignazione per questo modo di operare da parte di malavitosi, fatto di violenza e minacce che sempre più pervicacemente si manifesta e prende piede, invita tutte le forze sane, che per fortuna sono la stragrande maggioranza, a stringersi attorno a Pino Federico per respingere tutti insieme e con forza questo modo di agire che non deve intaccare la volonta di chi vuole spendersi politicamente per la collettività.
Sviluppo Democratico invita lo stesso a continuare il proprio lavoro ed il proprio impegno politico con il coraggio fin qui dimostrati.Il coordinamento di Forza Italia Gela insieme al gruppo consiliare si unisce attorno all’ On. Federico per il grave atto incendiario subìto.’Il susseguirsi dei ravvicinati incendi, nei confronti di rappresentanti delle Istituzioni e della Politica del nostro territorio a cui rinnoviamo la nostra solidarietà, desta non poche preoccupazioni.E’ un attacco contro tutta la Politica, nessuno escluso.Crediamo che, oggi più di prima, la città e la Politica tutta debbano dare un segnale forte e deciso di unità, abbandonando i toni e gli scontri della campagna elettorale ormai passata.Chiediamo, dunque, la convocazione di una riunione straordinaria in consiglio comunale, estesa alle parti sociali e ai rappresentanti delle Forze dell’Ordine, per discutere e rendere partecipi tutti su una questione che sembra non avere soluzione’.

“L’attentato incendiario, ai danni dell’abitazione dell’on.le Federico – scrive l’avv. Lucio Greco di ‘Un’altra Gela’ –  è un fatto gravissimo che getta delle ombre oscure sulle recenti consultazioni elettorali.I gravi problemi che la politica gelese è chiamata ad affrontare non possono essere appesantiti e aggravati da tali segnali intimidatori ed inquietanti. Esprimiamo piena solidarietà a Pino Federico, nella speranza che tutte le forze sane della città, pur nella diversità di vedute e di scelte politiche, sappiano fronteggiare ed isolare quei poteri occulti che si oppongono con ogni mezzo al cambiamento e al miglioramento della nostra comunità”.

Il coordinamento di Forza Italia Gela insieme al gruppo consiliare si unisce attorno all’ On. Federico per il
grave atto incendiario subìto. “Si condanna con forza e severità quanto accaduto nelle scorse ore – si legge in una nota – il susseguirsi dei ravvicinati incendi, nei confronti di rappresentanti delle Istituzioni e della Politica del
nostro territorio a cui rinnoviamo la nostra solidarietà, desta non poche preoccupazioni.
E’ un attacco contro tutta la Politica, nessuno escluso. Crediamo che, oggi più di prima, la città e la Politica tutta debbano dare un segnale forte e deciso di unità, abbandonando i toni e gli scontri della campagna elettorale ormai passata. Bisogna difendere la città, tutti insieme, dagli attacchi di chi vuole intimidire e cambiare le determinazioni
altrui. Chiediamo, dunque, la convocazione di una riunione straordinaria in consiglio comunale, estesa alle parti
sociali e ai rappresentanti delle Forze dell’Ordine, per discutere e rendere partecipi tutti su una questione
che sembra non avere soluzione”.   Il fa eco il neo deputato Michele Mancuso: “Esprimo tutta la mia solidarietà all’ Pino Federico per il vile atto intimidatorio subito. Certo che le forze dell’Ordine riusciranno ad individuare i responsabili”.

“Esprimo solidarietà e vicinanza all’amico Pino Federico e alla sua famiglia per l’intimidazione subita a Gela la scorsa notte” lo dichiara il Consigliere Comunale di Caltanissetta, Oscar Aiello, che aggiunge: “Tali atti di violenza vanno condannati e lo Stato, le Istituzioni ed i Partiti hanno il dovere di stare accanto a chi li subisce e alle rispettive famiglie”.

“L’ennesimo fatto incendiario porta con sè l’effetto di infliggere nuove ferite ad una città martoriata. Energie per l’Italia, nella sua massima rappresentanza territoriale ed istituzionale, manifesta l’assoluta vicinanza Pino Federico e a tutta la gente, che come lui, ha dovuto subire una violenza ingiusta alla quale, ancora, le istituzioni non riescono a dare risposta adeguata. Come movimento politico chiediamo a tutte le autorità competenti di affrontare fattivamente, con forza e con ogni mezzo la questione per non lasciare che fatti del genere diventino normalità trascinando sempre più verso il basso la città di Gela. Senza sicurezza e senza controllo del territorio non può esserci sviluppo e progresso”. Lo hanno scritto il coordinatore cittadino di Energie per l’Italia,  Luigi Buttiglieri,  il gruppo consiliare  Luigi Di Dio, il coordinatore provinciale Francesco Pollicino.

Stampa articolo
banner vision
Visualizzazioni articolo: 1.645
Politica

di più in Politica

Se non paghi i tecnici, non costruisci!

Redazione18 ottobre 2018

Zappulla e Messina nel direttivo nazionale del Popolo della famiglia

Liliana Blanco17 ottobre 2018

Tutti sul carro della Lega: ma in provincia verranno assegnate 150 tessere

Liliana Blanco17 ottobre 2018

Il Popolo della Famiglia dal Papa: probabile ingresso di due gelesi nel direttivo nazionale

Liliana Blanco17 ottobre 2018

Decreto Semplificazione, mobilità in deroga per gli operai dell’indotto gelese

Rosa Battaglia17 ottobre 2018

Mauro: “La politica imponga ad Eni le bonifiche e poi può andarsene da Gela”

Liliana Blanco15 ottobre 2018

Parte da Gela il tour sulla famiglia

Redazione13 ottobre 2018

Bilancio di 24 giorni di attività – VIDEO

Liliana Blanco11 ottobre 2018

Di Cristina: “prima il programma “

Liliana Blanco10 ottobre 2018