Attualità

Contributi per spettacoli si, ma non ai disabili: esposto alla Corte dei Conti

Contributi per spettacoli si, ma non ai disabili: esposto alla Corte dei Conti

Gela – Piovono esposti sull’amministrazione comunale di Gela, alla Procura della Repubblica ed alla Corte dei Conti. Questa volta a presentare l’ennesimo esposto è stata l’associazione H che da decenni si occupa dei diritti delle persone diversamente abili. L’associazione H ha inviato la segnalazione per la mancata erogazione contributo gravi-gravissimi ai sensi della l.r. \17 e dell’art. d.m. 26.9.16, dopo diffide reiterate

L’associazione H si è rivolta alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Caltanissetta, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Gela, alla Presidenza della Regione Siciliana,  alla Procura  della Corte dei conti di Palermo, all’ Anac di Roma alla Direzione dell’Asp 2 ed alla Direzione dell’Asp 2 Gela per chiedere il giusto sostegno che non viene erogato, mentre l’amministrazione non ha perso tempo a prelevare le somme dal fondo di riserva per le associazioni di spettacolo.  L’associazione H ha sollecitato e diffidato l’ASP di Caltanissetta e Gela affinchè venisse data  attuazione alle leggi per alleviare i gravi problemi che affliggono le famiglie con figli affetti da patologie gravi e gravissime. Il risultato è che non solo non è stata data alcuna risposta ma che nessuno dei destinatari ha ricevuto il contributo previsto e che nonostante i 90 giorni previsti per la chiusura delle verifiche ad opera delle Unita’ delle valutazioni multidisciplinari dell’asp 2 moltissimi utenti sono ancora in attesa di essere visitati. Come dire al danno la beffa…. Ciò premesso si impone che le Autorità in indirizzo accertino se nel comportamento posto in essere dall’ASP 2 di Caltanissetta e Gela siano ravvisabili violazione della legge penale e amministrativa volendosi anche comprendere che fine hanno fatto i fondi previsti che, sempre secondo informazioni ricevute, in tutte le altre ASP della Sicilia sono stati erogati mentre a Gela no. Alle Procure l’associazione che si occupa dei diritti dei diversamente abili  chiede di voler comunicare gli esiti a mente dell’art. 408 cpp mentre per gli organismi amministrativi si resta in attesa di riscontro con indicazione del RUP.

 

Ecco il testo di una delle diffide di due mesi fa: “ Con estremo disagio per famiglie ed utenti interessati ad oggi non è stata data pratica attuazione alle norme indicate in oggetto causa la lenta e distorta prassi burocratica che attanaglia la categoria qui rappresentata. In pratica molti utenti, dopo avere presentato la documentazione di rito all’UFFICIO GRAVI dell’ASP 2 di Caltanissetta, risultano ancora in attesa di visita da parte dell’ufficio UVM dell’ASP di via Parioli nonostante la perentorietà dei termini indicati dall DPRS 545\17 mentre addetti agli stessi uffici si concedono ‘’l’arbitrio’’ di dire a diversi utenti che NON hanno i requisiti di cui all’art. 3 del D.M. 2016 liquidandoli con la massima indifferenza. Questa ONLUS è in grado di fornire nomi e cognomi dei soggetti licenziati ma si riserva di farlo nelle sedi giudiziarie competenti qualora nel perentorio termine del 30 NOVEMBRE.2017 codesta ASP non terminerà tutte le procedure scrivendo, in caso di diniego, le motivazioni ai diretti interessati così come prevede la normativa della trasparenza e del procedimento amministrativo”.

Stampa articolo
banner vision
Visualizzazioni articolo: 735
Attualità

di più in Attualità

La Gela pulita scende in piazza: #non ci fate paura

Liliana Blanco20 ottobre 2018

Acqua non potabile a Butera

Liliana Blanco19 ottobre 2018

B-cool. Salvo racconta: “lì c’era la nostra vita e quella di chi l’ha vissuto con noi”

Liliana Blanco19 ottobre 2018

Giudice (Cgil): “Gela da città allagata a città bruciata”

Redazione19 ottobre 2018

La Consulta comunale di Niscemi si pronuncia sul tragico gesto

Redazione19 ottobre 2018

Siciliano ha la ricetta per superare la crisi economica

Redazione19 ottobre 2018

Ragusa dopo il nubifragio: chiesto lo stato di calamità naturale

Liliana Blanco19 ottobre 2018

Attestati di solidarietà ai titolari danneggiati

Liliana Blanco19 ottobre 2018

Gli studenti in piazza per chiedere servizi di edilizia scolastica

Redazione19 ottobre 2018