Attualità

Annullata una richiesta del Ministero dell’Interno di 60 mila euro.

Annullata una richiesta del Ministero dell’Interno di 60 mila euro.

Catania – A distanza di pochi giorni dall’annullamento della cartella esattoriale di 150 mila euro,  un’altra sentenza di annullamento nei confronti di un atto illegittimo dello stesso Ministero che, stavolta, richiedeva la restituzione di 60mila euro ad una vittima innocente di mafia.

Il tribunale di Catania, prima sezione civile, a cui i legali si sono  rivolti per richiedere l’annullamento della delibera del Comitato di solidarietà, istituito presso il Ministero dell’Interno, ha accolto la nostra domanda, annullando la delibera ministeriale, che avrebbe altrimenti portato ad un’ esecuzione dello Stato contro la vittima, e condannato inoltre il ministero al pagamento delle spese di lite per essere rimasto totalmente soccombente.

“Doppia è la soddisfazione sia perché abbiamo sventato un abuso ministeriale – commenta l’avv. Giuseppe Nicosia –  sia perché tale abuso era perpetrato  nei confronti di una vittima della mafia che, ritengo, dovrebbe avere attenzioni e solidarietà da parte dello Stato piuttosto che vessazioni e tentativi di esecuzioni illegittime.

L’importante esito giudiziario ha sancito che qualunque provvedimento ministeriale di riforma o revoca parziale delle provvidenze in favore di vittime di atti di criminalità  non può prescindere dal passaggio in giudicato di tutti i procedimenti  penali e civili che accertino i fatti e quantifichino i danni subiti dalla vittima, non potendosi fondare su sentenze ancora non definitive seppure immediatamente esecutive.

Sconfitta bis, dunque, nell’arco di pochi giorni per il Ministero che ora dovrà pure rimborsare le spese legali.

Vorrà dire che, invece di azionare esecuzioni infondate e cartelle illegittime, il Ministero dovrà far fronte ai propri impegni  e se li disattenderà, entro i termini di legge fissati, saremo noi a procedere a pignoramento nei confronti del Ministero.  Se ciò dovesse avvenire per inadempienza degli apparati di governo statale sarebbe veramente una vicenda da striscia la notizia o ancor peggio. Confidiamo realmente di non dover vedere uno Stato che mentre manda cartelle di Equitalia ai contribuenti, non onora i propri debiti”.

Stampa articolo
Visualizzazioni articolo: 768
Attualità

di più in Attualità

Il messaggio di solidarietà del sindaco all’avvocato aggredito

Redazione19 Giugno 2019

In migliaia a Reggio Calabria da tutti i Comuni della provincia di Caltanissetta

Redazione19 Giugno 2019

Famà (Federdistat-Cisal-ANPPE): “importante coinvolgere la Prefettura sul fenomeno incendi

Redazione19 Giugno 2019

Iudici sul randagismo: “un problema più grande di quanto si pensi”

Liliana Blanco19 Giugno 2019

Il Nursind chiede all’Asp l’erogazione delle competenze

Redazione19 Giugno 2019

Inadempienze nel Servizio Idrico in provincia di Caltanissetta: esposto alla Procura

Redazione19 Giugno 2019

Nessuna speranza per il mammografo e le pazienti denunciano

Liliana Blanco18 Giugno 2019

Ma l’ ambasciatore dell’UNESCO è ambasciatore o no?

Redazione18 Giugno 2019

Vertice in Prefettura sui furti d’acqua

Redazione18 Giugno 2019