Cultura e Società

I ‘Versi di luce’ irradiati a tutti ma captati da pochi

I ‘Versi di luce’ irradiati a tutti ma captati da pochi

Gela – Un’altalena di cultura fra versi e cinema d’autore; un angolo di saperi che hanno inondato una cornice antica mentre fuori Gela si annoia e non entra a bearsi di una fetta di mondo contenuta in una vecchia chiesa. Si è conclusa la quarta edizione del Festival internazionale di cinema e di poesia “Versi di luce”, organizzato dal Circolo Stella Maris e patrocinato dall’Unesco e dal Ministero per i beni culturali (Direzione generale Cinema). Le espressioni filmiche singolari provenienti da ogni angolo di mondo sono state proiettate nell’ex chiesa San Giovanni che si presta ad ospitare eventi culturali. I cortometraggi realizzati da registi di diverse nazionalità: Italia, Argentina, Brasile, Iran, Germania, Regno Unito e Spagna si sono alternati alla poesia per un mix d’arte che è riuscita a catturare il pubblico presente, modesto in verità, perché l’arte, quella vera, è per pochi.

Cortometraggi che si stagliano nell’empireo dell’arte filmica e che hanno rappresentato i sentimenti più profondi dell’uomo: la malattia che ammorba anche chi resta in vita, la morte fra le stelle di due astronaute, l’amore oltre i social, quello per i figli, il paradosso politico del candidato, il cannibalismo per necessità che ripercorre il tema dantesco del Conte Ugolino; sono solo alcuni dei temi che hanno trattato i registi in gara.  Le tre giurie, quella degli esperti presieduta dal regista Gianni Virgadaula, dei giornalisti e popolare, sono stati chiamate a decretare il miglior corto d’autore di questa quarta edizione di Gela. Questi i risultati delle votazioni che hanno decretato i vincitori al Festival Versi di Luce Festival di Gela:

Sezione VideoArte / VideoPoesia: THE DANCE OF THE LIVINGO STONE – USA – di A. De Grande –

Sezione VideoClip: LA CUMBIA DE TU HERMANA – France – di Isabel LOYER –      

Sezione Corti di Fiction (Giurie Esperti e Popolare):   MANKURT –   UNITED KINGDOM 6’ – Regia ERMINA TAKENOVA

Sezione Corti di Fiction (Giuria della Stampa): LIEBESBRIEF –   GERMANY   5’ – Regia MARCUS HANISCH.

Un contributo che viene da Gela e che andrà a determinare il voto della classifica internazionale , come è avvenuto negli anni scorsi. Il pubblico d’elite non ha scoraggiato Elio Cassarino che dopo avere visionato 2500 cortometraggi per selezionarne una ventina ha potuto condividere con i gelesi il frutto del suo lavoro insieme a Paolo Scicolone e alla conduttrice Daniela Pellegrino.

Questi sono stati i cortometraggi messi a disposizione della cittadinanza fra domenica e mercoledì scorsi: MOBY DICK – ITALIA   13’ per la Regia NICOLA SORCINELLI;  WAITING –  KAZAKHISTAN   3’-Regia ALEXEY REM; MATRYOSHKA –  SPAIN 20′  – Regia FRAN KAPILLA   ; MANKURT –   UNITED KINGDOM  6 – Regia ERMINA TAKENOVA; MUSE –  ITALIA   7’ – Regia STEFANO SCARAMUZZINO; LIEBESBRIEF –           GERMANY   5’- Regia MARCUS HANISCH;           WHY?! –              SPAIN   8’ – RegiaDANIEL HERNÁNDEZ TORRADO;   BI KHABI –  IRAN   2’- Regia SOUDABEH KAMRANI; BARBECUE –   ARGENTINA   12’ – Regia IGNACIO GUCCIARI ;

YUL – ARGENTINA/MEXICO  17’ – Regia ALEJANDRO CAPUZZI ; IMPRESSION –                   IRAN 15’ Regia HOSSEIN ERSHADI; NUVOLA –   ITALIA  16’ – REGIA GIULIO MASTROMAURO; SAVE ME – IRAN  10’ – Regia MOHSEN NABAVI BALANCEIA –                 BRAZIL  8’  Regia JURACI J. T. OLIVEIRA CASSIANO; ONE DAY IN JULY –                 ITALIA  2’ Regia HERMES MANGIALARDO; PERFECTION –               ITALIA 3’ Regia RICCARDO DI GERLANDO; SHALA  –         BRAZIL  11’ REGIA JOAO INACIO.

E poi le rappresentazioni di lunedì al centro culturale Civico 111

 ESSENCE – Iran – di Zare  Ghanatnowi –                ARTE

NEW NOTE – France – di Lea FABREGUETTES –   CLIP                      

 ULTRA TENNIS – Russia – di Dima Novikov –ARTE

ELEMENTO – Colombia – di Nina P. Marin Diaz –POESIA

ISLANDER – Spain – di Derek Pedros –    ARTE

ERIKA’S JEWEL – Bulgaria – di Dima PROYKOVA –             CLIP                                     

AMANDLA FEVER – Italy – di Mirko SALCIARINI –  CLIP                  

KNEADING LANGUAGE – Spain – di Clelia Parra –POESIA

INTERNAZIONALE – Iran – di Ali Zare Ghanatnowi –         ARTE

STOP ME – England – di Diego BARRAZA–             CLIP

THE DANCE OF THE LIVING STONE – USA – di A. Grande –  ARTE             

PNEUMA – Italia – di Antonello Matarazzo –       ARTE                                    

 LA CUMBIA DE TU HERMANA – France – di Isabel LOYER – CLIP

HORTEUS – France – di F. Rouzan Cornaba –ARTE

Appuntamento al prossimo anno con Versi di luce che non si arrende a fare cultura in una città dove si chiede tanto ma si partecipa poco.

Stampa articolo
Visualizzazioni articolo: 1.025
Cultura e Società

di più in Cultura e Società

Presentazione del libro di Lauria

Redazione23 Maggio 2019

Legalità: battere i muri del pregiudizio. Storia di Daniela, piccola e determinata

Liliana Blanco22 Maggio 2019

La prima della ‘Giornate della legalità’ alla Mattei

Liliana Blanco22 Maggio 2019

Rovereto ardente con Maria ai piedi di Gesù

Redazione22 Maggio 2019

Conferenza su Leonardo

Liliana Blanco22 Maggio 2019

Monica Borrettini vincitrice de ‘La Gorgone d’oro’

Redazione22 Maggio 2019

Impara l’arte dell’uncinetto

Redazione22 Maggio 2019

La sindrome metabolica e la dieta come stile di vita: conferenza a scuola

Liliana Blanco21 Maggio 2019

‘Il medico dei pazzi’ dell’UniTre

Liliana Blanco20 Maggio 2019