Attualità

Sindacati contro Musumeci: “faccia i nomi precisi e denunci”

Sindacati contro Musumeci: “faccia i nomi precisi e denunci”

I sindacati Codir e Sadirs hanno divulgato questo documento  sulle dichiarazioni di abusi derivanti dall’uso improprio dei benefici della legge 104 denunciati dal Presidente della Regione

 

“Se fosse successo il primo giorno di questo mese avremmo pensato a un pesce d’aprile! Invece

sembra essere tutto vero: sulla falsariga del precedente governo di fallit, il Presidente Musumeci

avrebbe rilasciato, ieri, dichiarazioni provocatorie, errate e parziali sui dipendenti regionali rispondendo ad alcune domande/trappola poste dai soliti giornalisti che, così, finalmente, potranno riattivare la solita macchina del fango contro i regionali.

Presidente Musumeci, lasci stare le dichiarazioni scandalistche suggerite, probabilmente, da qualche fido collaboratore che, magari, tanto fido non è,, e che ricalcano le stesse scandalose dichiarazioni rese dall’ex presidente Crocetta utili solamente a celare le responsabilità di una classe manageriale

assolutamente incapace che, però, nonostante la Sicilia scivoli sempre più nel baratro, raggiungono sempre i loro obiettivi e i loro lauti compensi.

Che dire dei presunti  abusi denunciati  sulla 104? Presidente! Se ci sono fatti delittuosi commessi da

dipendenti infedeli di cui gli uffici l’hanno messa al corrente, li denunci subito e noi saremo al suo fianco, ma non cada più nella trappola di dichiarazioni gratuite senza elementi di riscontro . E

ricordiamo anche che l’aumento della fruizione dei permessi ex legge 104 è, anche legato all’aumento

dell’età media dei dipendenti regionali (57 anni) causato del blocco trentennale di assunzioni.

E che dire dei 2600 sindacalisti Il Cobas-Codir e il Sadirs, i sindacati autonomi più rappresentativi,

contano, insieme, circa 400 dirigenti sindacali in tuta la Sicilia corrispondenti ad altrettanti luoghi di

lavoro e nominati nel rispetto dello Statuto dei Lavoratori; come si fa, includendo gli altri 4 sindacati

del comparto, ad arrivare a 2600i E poi perché, anziché inventarsi dichiarazioni stampa, non si avvia

un confronto serio sui carichi di lavoro che alla Regione sono una rarità e in gran parte fittizi? Come

si fa a parlare di carenza di personale se non esiste una pianta organica basata sui fabbisogni di

ciascun dipartimento? Perché non si dichiara questo sui giornali? Perché non si dice la verità sui

trasferimenti effettuati in base a presunte carenze di personale? Tutti chiedono personale e nessun

dirigente generale ne vuole cedere, altro che sindacalisti inamovibili !!! I dirigenti generali si

prendano, oltre al lauto stipendio, la responsabilità di dichiarare se hanno esuberi o carenze di

personale. I processi si gestiscono con il confronto e non con l’isterismo di crocettiana memoria.

Ci auguriamo che queste infelici dichiarazioni siano soltanto un incidente di percorso e che il

Presidente, finalmente, avvii un confronto sindacale serio dal quale potere attingere notzie certe e

passi, immediatamente, ad attuare ciò in cui si è, impegnato a cominciare dai rinnovi contratuali e

dalla riqualificazione e riclassificazione del personale”.

Stampa articolo
Visualizzazioni articolo: 521
Attualità

di più in Attualità

Perdita senza fine: via Generale Cascino sempre ‘bagnata’

Liliana Blanco22 Maggio 2019

Assolta Giuseppina Savatta dalla Corte d’appello: era incapace di intendere in quel momento

Liliana Blanco21 Maggio 2019

Grave incidente stradale: peggiorano le condizioni del centauro

Liliana Blanco21 Maggio 2019

La Cisl in rete con la città

Redazione21 Maggio 2019

Madre multata per aver impedito all’ex marito di vedere il figlio minore

Liliana Blanco21 Maggio 2019

La confederazione delle associazioni animaliste tuona: ‘salviamo chi non ha avvocati’

Redazione21 Maggio 2019

Sessant’anni del commerciale Luigi Sturzo

Redazione20 Maggio 2019

Problemi idrici a Niscemi

Redazione20 Maggio 2019

Le fontane ‘naturali’ di via Pesaro….. video

Liliana Blanco20 Maggio 2019