Attualità

Incontro Tekra-Confcommercio: le regole cambiano in corso d’opera

Incontro Tekra-Confcommercio: le regole cambiano in corso d’opera

Gela – Nulla di fatto ieri all’incontro fra l’amministrazione comunale, la dirigenza della Tekra e la Confcommercio. La rappresentanza della giunta formata dal sindaco e dal suo vice con l’assessore Granvillano hanno deposto l’ascia di guerra dopo le minacce di denunce dichiarate senza mezzi termini dal Presidente della Confcommercio Francesco Trainito. Sul tappeto i problemi della raccolta differenziata del settore e commerciale, in particolare per il food: in realtà non sono problemi vecchi, ma disservizi nati da qualche giorno. Con ogni probabilità da quando le speranze di potere recuperare i 10 milioni di euro, sono svanite insieme al fallimento della proposta del Piano economico finanziario. Di fatto ciò che prima era oggi non è. Per esempio la raccolta dei cartoni dopo la chiusura degli esercizi commerciali che negli ultimi giorni non è stata fatta per una sorta di confusione, dove l’unica cosa certa è che la Tekra batte cassa ma non trova e di conseguenza non fa. Da cosa nasce l’allarme igienico degli ultimi giorni: da un lato il conferimento selvaggio lasciato a marcire per la mancanza dei servizi aggiuntivi che non possono essere più pagati: dall’altro la mancata rimozione dei rifiuti dei negozi che vengono depositati dopo le 13. I cumuli non rimossi fanno gola agli indisciplinati e si ampliano per come li abbiamo visti in queste ultime settimane. Poi, dall’oggi al domani, la Tekra ha deciso di non ritirare l’umido la domenica. “E’ una cosa inconcepibile che un ristorante no possa conferire la domenica – ha sostenuto il presidente Trainito – proprio il giorno di maggiore affluenza dei clienti. Mi è stato risposto che vengono trovati sacchetti non correttamente differenziati e che l’indifferenziato non dovrebbe esistere”. Ma allora che si pretende? Se un bambino abbandona una bottiglia fra la carta lo vogliamo multare, o il titolare è costretto a rimescolare tutta la spazzatura? Chissà se dentro il Palazzo di Città si differenzia correttamente per dare l’esempio.  Alla fine sono state definite alcune regole per gli esercizi: la raccolta avverrà tutti i giorni dal lunedì alla domenica la mattina alle 6; il martedì e giovedì dalle 15.30 in poi. I cartoni verranno ritirati tutti i giorni dopo la chiusura dei negozi. Il resto delle regole è in fase di definizione.  Resta congelata l’idea della denuncia presso la Procura della Repubblica. “Lavoriamo per raggiungere obiettivi  – ha detto il Presidente dell’Ascom – a favore dei commercianti”. Certo se non dovessero essere raggiunti l’unica strada è quella del coinvolgimento della magistratura garante dell’applicazione della legge. Tutti d’accordo a stringere i tempi per celebrare la nuova gara d’appalto che dovrà avere una base d’asta di sette milioni e non di dieci, quello è stato solo un regalo in più all’azienda campana anche se non potrà goderne nell’immediato…..

Stampa articolo
Visualizzazioni articolo: 1.427
Attualità

di più in Attualità

Perdita senza fine: via Generale Cascino sempre ‘bagnata’

Liliana Blanco22 Maggio 2019

Assolta Giuseppina Savatta dalla Corte d’appello: era incapace di intendere in quel momento

Liliana Blanco21 Maggio 2019

Grave incidente stradale: peggiorano le condizioni del centauro

Liliana Blanco21 Maggio 2019

La Cisl in rete con la città

Redazione21 Maggio 2019

Madre multata per aver impedito all’ex marito di vedere il figlio minore

Liliana Blanco21 Maggio 2019

La confederazione delle associazioni animaliste tuona: ‘salviamo chi non ha avvocati’

Redazione21 Maggio 2019

Sessant’anni del commerciale Luigi Sturzo

Redazione20 Maggio 2019

Problemi idrici a Niscemi

Redazione20 Maggio 2019

Le fontane ‘naturali’ di via Pesaro….. video

Liliana Blanco20 Maggio 2019