Politica

Minardi lascia Fratelli d’Italia. Sono i postumi delle elezioni

Minardi lascia Fratelli d’Italia. Sono i postumi delle elezioni

Gela – Terremoto nella dirigenza di Fratelli d’Italia : dopo quasi quattro anni di attività politica il segretario Gaetano Minardi rassegna le dimissioni da segretario politico e dal partito. “L’amore per quella Fiamma – racconta Minardi –  mi aveva portato ad accettare una sfida ambiziosa protesa ad accendere ed infiammare il cuore dei miei concittadini. Di quella Fiamma, a me tanto cara, ora è rimasto ben poco per non dire nulla ! Un doveroso e sentito ringraziamento rivolgo a tutta la Classe dirigente locale che mi ha collaborato per la passione politica e lo spirito di abnegazione dimostrato in questi anni. Mi sono speso unicamente per far crescere il Partito non solo a Gela ma anche nel sud della provincia. In tutti questi anni non  si è creato un direttivo provinciale mai una riunione e dietro mia insistenza è stato costituito un coordinamento Nord e Sud per meglio gestire e far crescere il partito. L’attività sul territorio è stata intensa: raccolta firme, petizioni popolari, manifestazioni per il Kartodromo, il palazzetto dello sport ( Palalivatino), il Parco di Montelungo, raccolte firme per il completamento dell’autostrada Gela-Siracusa e tanto altro”. Poi passa alle motivazioni politiche legate al deludente risultato della campagna elettorale regionale scorsa. “Il ragionamento parte dalla considerazione – continua Minardi che una classe dirigente provinciale e regionale miope ha consentito a quelli di Noi con Salvini di esprimere due candidati su tre e avallato la decisione di  lasciare che Gela non esprimesse nessun candidato; questo ha fatto si che alcuni appartenenti alla sezione, nonostante gli appelli a sostenere il partito, hanno preferito fare campagna elettorale ai candidati di Diventerà Bellissima. In occasione delle elezioni Nazionali del 4 novembre, questa bella e poderosa classe dirigente isolana non ha ritenuto indicare alcun candidato locale nonostante la disponibilità di candidati e candidate. Non ho nulla da rimproverarmi perché nonostante le difficoltà incontrate, gli ostacoli interni da taluni frapposti e la non concessa possibilità di poterci misurare politicamente sul territorio posso dire di avere dato a questo partito  qualcosa di importante; un consigliere comunale ( a Niscemi ) Eleonora Minardi, l’unico in tutta la provincia di Caltanissetta ed avere contribuito in maniera determinante, con i voti ottenuti a Gela, a far scattare l’elezione di Carolina Varchi a deputato”.

“”nazionale.

Stampa articolo
banner vision
Visualizzazioni articolo: 1.023
Politica

di più in Politica

Se non paghi i tecnici, non costruisci!

Redazione18 ottobre 2018

Zappulla e Messina nel direttivo nazionale del Popolo della famiglia

Liliana Blanco17 ottobre 2018

Tutti sul carro della Lega: ma in provincia verranno assegnate 150 tessere

Liliana Blanco17 ottobre 2018

Il Popolo della Famiglia dal Papa: probabile ingresso di due gelesi nel direttivo nazionale

Liliana Blanco17 ottobre 2018

Decreto Semplificazione, mobilità in deroga per gli operai dell’indotto gelese

Rosa Battaglia17 ottobre 2018

Mauro: “La politica imponga ad Eni le bonifiche e poi può andarsene da Gela”

Liliana Blanco15 ottobre 2018

Parte da Gela il tour sulla famiglia

Redazione13 ottobre 2018

Bilancio di 24 giorni di attività – VIDEO

Liliana Blanco11 ottobre 2018

Di Cristina: “prima il programma “

Liliana Blanco10 ottobre 2018