Storie

Entra nella famiglia Lions a 93 anni: Vincenzo Galesi corona un sogno

Entra nella famiglia Lions a 93 anni: Vincenzo Galesi corona un sogno

Niscemi – Vincenzo Galesi, 93 e mezzo e un ingresso singolare al Lions club. Non è mai troppo tardi e l’insegnante niscemese che dà punti ai giovani per energia e pianificazione del futuro è stato presentato e accettato nella grande famiglia lionista. L’idea è stata discussa fra il direttore del Museo della civiltà contadina Totò Ravalli, lionista da 34 anni che ha presentato la proposta al direttivo del Lions ed ha ottenuto il placet. Ieri mattina una delegazione del Lions formata da Ravalli , dal segretario Giuseppe D’Alessandro e dal presidente nell’anno sociale 2018 -19 Giancarlo Galesi si è recata nell’abitazione di Galesi per dare vita ad una cerimonia intima alla presenza di due nipoti, durante la quale gli è stato apposto il simbolo del Lions club, coronando il sogno che accarezzata da anni.  Nel progetto di Galesi c’è anche la consapevolezza di un’aspettativa di vita limitata e proprio per questo l’intenzione di pianificare il futuro. E per lui il futuro è cosa resterà di lui quando non ci sarà più, delle sue cose più care, del suo ricordo. Per questo ha voluto lasciare nelle mani dei suoi amici una delle cose più preziose che ha messo insieme nella sua lunga vita: la sua  biblioteca che andrà in eredità al Museo della civiltà contadina, un giorno, quando come tutti, dovrà lasciare questa terra sulla quale ha vissuto a lungo. “Si tratta di un unicum – ha detto Ravalli – non era mai accaduto che venisse accettato un socio di tale veneranda età, ma il professore è talmente vitale e convinto delle sue scelte che siamo stati ben lieti di invitarlo a far parte della nostra famiglia”. I libri sono stati contrassegnati pazientemente in modo tale che, quando faranno parte del patrimonio del Museo, porteranno il marchio del donatore.

A 93 anni compiuti a settembre, dopo aver vissuto la seconda guerra mondiale, il 68, Il Concilio Vaticano II, il miracolo economico, oggi approda nell’èra dei social network e si immerge nel nuovo mondo come un ragazzo: frequenta facebook e si informa sull’informazione on line: un uomo di tutti i suoi tempi.

Stampa articolo
banner vision
Visualizzazioni articolo: 1.987
Storie

di più in Storie

Morire a 34 anni e non sapere il perchè

Liliana Blanco14 Gennaio 2019

Due giorni per diagnosticare un ictus: ennesimo esposto per il Pronto soccorso

Liliana Blanco8 Gennaio 2019

Pippo Licata non ce l’ha fatta

Liliana Blanco5 Gennaio 2019

Sbaglia numero di telefono e trova l’amore: la storia fa il giro d’Italia

Redazione29 Dicembre 2018

I segreti scabrosi dietro gli attentati

Liliana Blanco9 Dicembre 2018

… c’era una volta, la prima scuola media

Liliana Blanco7 Dicembre 2018

Va a Malta per trovare lavoro ma muore dopo due giorni

Liliana Blanco5 Dicembre 2018

Endometriosi, dal tabù all’outing. Laura “l’ignoranza fa più male della malattia”

Rosa Battaglia14 Novembre 2018

Don Luigi Bocchieri, il prete “giovane” che dice messa a Rebibbia

Rosa Battaglia13 Novembre 2018