Politica

Consiglio Comunale: istituita la commissione d’indagine sui rifiuti

Consiglio Comunale: istituita la commissione d’indagine sui rifiuti

Gela – Ci si aspettavano grandi iniziative durante il Consiglio comunale che si riunisce stasera dopo il terremoto delle indagini sull’amministrazione comunale sulla questione rifiuti. E invece tutto si svolge in maniera regolare. In agenda c’è il regolamento della polizia mortuaria, già avviato qualche settimana fa; il regolamento per la gestione degli impianti sportivi; la variante al Piano regolatore generale per l’ampliamento della Casa di cura Santa Barbara; il presidente Ascia ha inserito anche il punto che riguarda l’istituzione di una commissione d’indagine sulla questione rifiuti e il trasporto disabili. In apertura dei lavori il Presidente del consiglio comunale Ascia ha ricordato la figura dell’ex sindaco Clementino, mancato ieri, ed ha proposto un minuto di silenzio all’Assise civica. La consigliera Bonura ha chiesto chiarimenti sul tema dei rifiuti ma questa procedura non è prevista dal regolamento.  Come si prevedeva è stato votato il prelievo sulla richiesta del punto che interessa l’istituzione della commissione d’indagine sulla questione rifiuti, su richiesta del consigliere Orlando. I consiglieri hanno rinunciato al gettone di presenza ed hanno sottolienato per bocca dal consigliere Siragusa che la commissione sceglie di lavorare per 60 giorni lavorativi per evitare perdite di tempo; prenderà in esame il periodo che va dal secondo semestre 2015, primo semestre 2018, ovvero tutta la gestione Messinese, in continuità con quanto realizzato dalla precedente commissione. Per Amato è un abuso perchè una commissione di indagine è un organismo straordinario: si tratterebbe di un doppione con le stesse argomentazioni e propone di tagliare anche gli emolumenti sul posto di lavoro. “Ci sono tanti argomenti su cui indagare – dice Amato – l’Agroverde, gli appalti Eni”. Lo redarguisce Casano chiedendo una rettifica. E’ seguito l’ intervento di Ventura che non intende partecipare alla commissione , che sollecita il chiarimento sui servizi aggiuntivi. Il vicesindaco ha detto che la rimozione è iniziata e dovrebbe concludersi sabato secondo i prezzi congrui con il capitolato. Il consigliere Di Dio ha sollevato la questione del gettone di presenza: “il componente Amato non venne più ed ha lavorato per conto suo, a casa “- ha detto Di Dio- proporrei di partire con l’indagine dal 2014 per fare chiarezza”. “A nostre spese consulteremo avvocati – ha detto Casano – perchè quanto affermato dal vicesindaco che ha scoperto l’errore finanziario mi fa paura e non mi sento affatto tutelato”.

Poi si è parlato del buco dei due milioni di euro di cui l’ex assessore Morello, avrebbe dovuto chiarire i termini, come ha detto anche Casano. Scerra ha dichiarato che non farà parte della commissione anche se vota favorevolmente perchè dal 2014 ad oggi non è cambiato nulla. Alla fine la commissione è stata votata all’unanimità e il regolamento per la polizia morturia differito al 12 giugno perchè l’atto, come ha detto Casano è incompleto.

Stampa articolo
Visualizzazioni articolo: 679
Politica

di più in Politica

Dopo le amministrative il Pd pensa alle europee

Liliana Blanco20 Maggio 2019

L’Udc continua a parlare di politica a largo raggio

Redazione20 Maggio 2019

Consultazioni: non prima di martedì

Liliana Blanco20 Maggio 2019

Siciliano torna nella scena politica in una veste nuova

Redazione19 Maggio 2019

Agevolazioni per i viaggi degli elettori delle Europee

Redazione19 Maggio 2019

Il PdF, unico gruppo politico con un candidato gelese alle europee

Liliana Blanco18 Maggio 2019

Nuovo consiglio comunale: alle battute finali la verifica

Liliana Blanco17 Maggio 2019

Greco: “chiedetemi tutto per la città ma nessun favore personale”

Liliana Blanco16 Maggio 2019

La marcia dei sindaci su Palermo per la crisi delle province

Redazione15 Maggio 2019