Politica

Seduta a vuoto del consiglio comunale: niente trasporto, nè variante

Seduta a vuoto del consiglio comunale: niente trasporto, nè variante

Gela – Pubblico delle grandi occasioni stasera in Consiglio comunale, formato dai cittadini diversamente abili e dalle loro famiglie che, in maniera composta, ha seguito i lavori sul tema del trasporto dedicato. In realtà i protagonisti della vicenda che si trascina da tempo si aspettavano l’approvazione del regolamento per il trasporto speciale su cui i consiglieri e l’amministrazione lavorano da tre mesi e invece sono andati via mestamente senza aver ottenuto nulla. Perchè anche questa volta il regolamento non è andato in porto. Il regolamento prevede la gestione diretta del trasporto, l’acquisto o affitto dei mezzi e la compartecipazione delle categorie protette secondo quanto previsto dal documento di redditi personali Ise. Sembrava che tutto fosse stato concordato e condiviso con le associazioni di categoria e invece sono cominciati i primi problemi quando sono stati presentati una serie di emendamenti, da parte dell’assessore ai servizi sociali e dei consiglieri. A questo si è aggiunta la dichiarazione di voto della consigliera Di Modica che ha detto a chiare lettere che non avrebbe votato positivamente l’atto perchè dalla Regione arriva la notizia che i diversamente abili hanno diritto al servizio di trasporto gratuito secondo i dettami della Legge 104.  A questa tesi si contrappone quella della dirigente Morinello che si rifà al decreto assessoriale 867 che prevede la compartecipazione delle somme da parte dei cittadini così come vuole l’amministrazione: “Il decreto risale al 2003 – ha detto la dirigente  Morinello – è stato sospeso quell’anno solo per trenta giorni ed è tornato in vigore e applicato dalle amministrazioni siciliane; è stata scelta la formula dell’Ise che è più conveniente per i profili personali delle persone con disabilità” . Cirignotta sostiene che il servizio di trasporto potrà essere affidato e gestito in tutte le forme previste dalla legge. Insomma la prevista approvazione ha subito una frenata. Per chiarirsi le idee il Presidente ha proposto una sospensione di 20 minuti durante i quali è stato deciso di posporre l’atto all’ultimo punto della prossima seduta per poi effettuare un prelievo e nel frattempo ripresentarlo emendato e limato in ogni punto per arrivare all’agognata approvazione. Al rientro in aula l’assessore Caci ha ritirato gli emendamenti e la proposta è stata messa in atto per tornare in aula domani sera.

“Ci aspettavamo l’approvazione – ha commentato il rappresentante legale dell’associazione H, avv. Paolo Capici – ma possiamo aspettare nell’ottica dell’approvazione di uno strumento adeguato. Sottolineo comunque che l’assessore Caci aveva promesso i voucher”.

Poi è passati quindi alla variante richiesta dalla Sogesa per la realizzazione di un asilo nido per i dipendenti.  Il sindaco ha presentato l’atto parlando di servizio sanitari utili per la città. Sono stati riproposti gli stessi argomenti di qualche settimana fa con il consigliere Di Dio che ha chiesto al sindaco di ritirare l’atto e di riaprire la negoziazione con la dirigenza della Casa di Cura che fa businnes per cercare di avere un ritorno per il territorio. Ma il sindaco non ha ritirato l’atto anche se molti si sono detti favorevoli in linea di principio all’approvazione, come Cristian Malluzzo e Antonino Biundo, Vincenzo Cascino e Giovanni Panebianco , Angela Di Modica e Maria Pingo. Ma al momento della votazione i consiglieri si sono allontanati ed è mancato il numero legale.

Stampa articolo
Visualizzazioni articolo: 1.026
Politica

di più in Politica

Salvatore Cicu a Gela su invito di Sammito

Liliana Blanco23 Maggio 2019

Gelarda a Gela per spiegare il suo progetto politico

Redazione22 Maggio 2019

Sara Cavallo: “valuterò l’opportunità di presentare ricorso”

Liliana Blanco22 Maggio 2019

E’ ufficiale: i consiglieri di maggioranza sono 15

Liliana Blanco22 Maggio 2019

Europee: Saverio Romano, amarcord Dc contro i sovranismi

Redazione22 Maggio 2019

Commissione elettorale: alle 15 il responso

Liliana Blanco22 Maggio 2019

Dopo le amministrative il Pd pensa alle europee

Liliana Blanco20 Maggio 2019

L’Udc continua a parlare di politica a largo raggio

Redazione20 Maggio 2019

Consultazioni: non prima di martedì

Liliana Blanco20 Maggio 2019