Cronaca

Minacce al Procuratore che ha indagato Salvini

Minacce al Procuratore che ha indagato Salvini

Agrigento – “Zeecca sei nel mirino”. Una scritta minacciosa e un proiettile da guerra dentro una busta indirizzata al procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio. E’ scattata l’ allerta al palazzo di giustizia dei Agrigento  per un plico arrivato via posta. Sulla lettera, il simbolo di Gladio, l’organizzazione paramilitare clandestina nata nel dopoguerra per contrastare un’eventuale invasione sovietica, un simbolo poi associato alla stagione dei misteri sulle stragi italiane. “Nel mirino” c’è il magistrato che nei giorni scorsi ha avviato l’indagine sul ministro dell’Interno Matteo Salvini, per il blocco della nave Diciotti al porto di Catania. Il fascicolo è ormai al tribunale dei ministri di Palermo. Per quella busta minacciosa sono subito intervenuti i carabinieri del comando provinciale di Agrigento e un’inchiesta è stata aperta dalla procura di Caltanissetta, competente per le indagini che riguardano i magistrati del distretto agrigentino. Patronaggio aveva già ricevuto altre minacce, soprattutto attraverso i social. Lo stesso riferimento, all’inchiesta “Diciotti” e l’ispezione fatta nella nave il 22 agosto, quando procuratore volle verificare  personalmente le condizioni dei migranti che venivano trattenuti sulla nave. “Condizioni critiche”, le definì. E subito dopo il suo intervento, venne autorizzato lo sbarco dei minori.

 

“Sconcerto e preoccupazione per il gravissimo atto intimidatorio  nei confronti del Procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio dal Forum siciliano dei movimenti per l’Acqua ed i Beni Comuni. Alimentare un clima d’odio, violenza e paura restituisce frutti avvelenati e dal sapore eversivo, che minano alle fondamenta la nostra democrazia e mettono sotto attacco la separazione dei poteri disegnati dalla Costituzione.
Ci sentiamo di ringraziare il magistrato per aver esercitato le funzioni a cui è chiamato, sia per il caso della Diciotti che per essere stato il primo magistrato ad aver aperto un’inchiesta sulle malversazioni che da anni denunciamo inascoltati sulla gestione dell’acqua e della depurazione in provincia di Agrigento.
A Patronaggio tutta la solidarietà e vicinanza del Forum, con l’auspicio che si faccia immediatamente luce sull’accaduto e si possa ristabilire un clima rispettoso del lavoro del magistrato e della convivenza civile.

Stampa articolo
Visualizzazioni articolo: 535
Cronaca

di più in Cronaca

I Carabinieri controllano il territorio e trovano amianto: arresti a Butera

Liliana Blanco26 settembre 2018

Notte di fuoco

Liliana Blanco26 settembre 2018

Cede la strada provinciale 38 che collega Mussomeli a Caltanissetta

Redazione25 settembre 2018

Bullismo in Piazza, schiaffeggiato un ragazzo perché ‘robusto’

Rosa Battaglia24 settembre 2018

Ancora una rissa, gelesi contro stranieri in Viale Mediterraneo

Rosa Battaglia23 settembre 2018

Rissa in via Recanati, non si esclude nessuna pista. Riserbo sulle indagini

Rosa Battaglia23 settembre 2018

Sparatoria in via Recanati

Rosa Battaglia22 settembre 2018

Fiat Panda che passione, tre furti in 48 ore

Rosa Battaglia22 settembre 2018

Camion contromano sulla 115 blocca rotatoria, incidente in via Nicolò Paci

Rosa Battaglia21 settembre 2018

Una ventata di freschezza nel panorama giornalistico locale. Una nuova avventura “web-based” voluta, creata e condotta da un team giovane e competente. Una piazza virtuale per tutti i gelesi sparsi nel mondo e non solo. Questo e molto altro nel nuovo web-magazine che racconterà Gela e il circondario attraverso notizie in tempo reale, approfondimenti e una particolare attenzione alle storie, ai personaggi e agli eventi.

iscritto al n.3/2010 del registro di stampa in data 28/05/2010 del tribunale di Gela
Direttore Responsabile: Rosa Laura Battaglia - Editore: Pubblivision P.IVA: 01991870856