Politica

Tutti sul carro della Lega: ma in provincia verranno assegnate 150 tessere

Tutti sul carro della Lega: ma in provincia verranno assegnate 150 tessere

Caltanissetta – La forza trainante di Matteo Salvini, la crociata sull’obiettivo di arginare l’immigrazione clandestina e il businnes che ne deriva sta facendo volare i numeri della Lega. Quattromila tessere in Sicilia, 500 circoli e la provincia di Caltanissetta mantiene il trend. Boom di richieste anche se non tutte possono essere accettate. “Le nostre regole sono diverse – dice il responsabile territoriale Oscar Aiello – rispetto a quelle degli altri partiti: la direzione nazionale ha stabilito che verranno assegnate 150 tessere nella provincia di Caltanissetta. La procedura prevede che gli aspiranti legisti facciano richiesta e una commissione ad hoc le valutano. Il partito è selettivo, non entra chiunque. Le regole sono queste e bisogna rispettarle. Questo non vuol dire che non si possa essere militanti e lavorare per gli ideali della Lega ma l’assegnazione delle tessere è subordinata a questa impostazione che arriva dall’alto ed a cui si deve obbedire. Il senatore Candiani di concerto con il leader Salvini ha fatto delle nomine precise e chi ha rispetto per la Lega deve rispettarle. Per il territorio nisseno ci sono io, per il tesseramento di Gela l’avv. Francesco Spata. Questa è la scelta del partito. Chi non la rispetta agisce per conto proprio e non a nome della Lega. Abbiamo moltissime richieste che seguono il trend nazionale e regionale ma con un tetto massimo di 150 non possiamo evaderle tutte: può sempre militare a supporto. Non tutti accettano le regole, da qui qualche frizione inevitabile, ma le regole arrivano dalla direzione nazionale e si devono accettare. E’ accaduto che qualcuno ha diramato comunicati che la Lega non può riconoscere e se non vengono concordati sono da considerare a titolo personale”. Chi non avrà la tessera quest’anno non resti scontento, dopo le elezioni previste per quest’anno la direzione nazionale potrebbe avere nuove aperture. La Lega ha già tesserato quattromila siciliani e  se non fosse stata fatta la cernita prevista dal partito il numoero potrebbe aver raggiunto vette maggiori. Il 2019  sarà un anno fatidico per il partito di Salvini, che i sondaggi interni danno al 22 per cento nel collegio Isole (Sicilia e Sardegna). Primo appuntamento importante l’elezione del nuovo parlamento europeo. La cernita sul tesseramento ha una sua ratio: i tesserato verranno suddivisi territorialmente e per aprire la strada alla fase congressuale,  probabilmente dopo le elezioni europee,  per poi eleggere i direttivi dei circoli della Lega nei singoli comuni. La prima dirigenza eletta avrà il compito di eleggere le strutture provinciali e quella regionale. A Gela qualche circolo è in stand by ma la l’interesse generale resta sempre alto.

Stampa articolo
Visualizzazioni articolo: 3.596
Politica

di più in Politica

Candiani sostiene Spata anche nel ricorso

Redazione19 Giugno 2019

L’ S O S di Di Paola: “Gela rischia di perdere 39 mln di euro”

Redazione19 Giugno 2019

Approvato un emendamento che salverà le ex province siciliane

Redazione19 Giugno 2019

Paola Giudice è il vicepresidente del consiglio comunale

Liliana Blanco18 Giugno 2019

Consiglio comunale con colpi di scena

Liliana Blanco18 Giugno 2019

Giudice: “Rinuncio al gettone per le sedute incomplete”

Redazione18 Giugno 2019

Consiglio comunale di domani con vicepresidente individuato

Liliana Blanco17 Giugno 2019

202 mila euro per il progetto esecutivo del Museo archeologico di Gela

Redazione17 Giugno 2019

Provvedimenti per la viabilità nel territorio di Niscemi

Redazione15 Giugno 2019