Storie

15 anni ed un tumore al cervello: si apre la gara di solidarietà

15 anni ed un tumore al cervello: si apre la gara di solidarietà

La solidarietà dei gelesi varca i confini della città, passa per Milano e vuole arrivare fino a Sidney. Si perché le speranze del giovanissimo Sebastiano sono riposte nella città che sta all’altra parte del mondo e che rappresenta l’ultima spiaggia per potere ritrovare la vita che potrebbe scivolargli dalle mani. Sebastiano non è di Gela, ma è un ragazzino di 15 anni affetto da neoplasia cerebrale e non significa nulla se non è di Gela; è un ragazzino che merita di vivere e la solidarietà non ha confini campanilistici. La Chiesa sulla Roccia di Gela se n’è fatta carico perché Sebastiano ha bisogno di aiuto e i fedeli della cellula cristiana gelese lo vogliono aiutare. Sono tanti ed hanno già sguinzagliato tutti i loro amici per diffondere quanto più possibile il messaggio e raccogliere fondi per aiutare Sebastiano a vivere. Per lui servono 100.000 euro per potere essere sottoposto ad un delicatissimo intervento chirurgico che può essere effettuato nella capitale australiana, dall’altra parte del mondo, per salvare di nuovo la vita di un ragazzino . “Tutto è iniziato il primo ottobre scorso – racconta il papà Giovanni – Sebastiano ha accusato un forte mal di testa. Troppo forte per essere una normale emicrania.  In un primo momento non è stato creduto dai medici ma noi abbiamo insistito perché fosse ricoverato. Ma un altro ostacolo nella nostra zona del catanese: non c’erano posti letto. L’ho portato a Messina ed in capo a 10 giorni è stata diagnosticata la neoplasia germinale. E’ iniziato il nostro peregrinare in Italia, siamo passati per Roma, poi per Milano. Ho insistito perché mio figlio fosse sottoposto alla risonanza magnetica sotto la mia responsabilità e intanto le diagnosi variavano: Lesione ependimale di alto grado, escissione tumorale. Adesso siamo al Carlo Besta di Milano. Domani mattina mio figlio deve essere sottoposto ad un altro intervento che durerà almeno 12 ore ma per poter estirpare il male l’ultima spiaggia è rappresentata dall’Australia e servono centomila euro; anche meno ma un aiuto. Per questo ho aperto una sottoscrizione a cui stanno rispondendo tanti amici fra cui quelli di Gela che ringrazio moltissimo”. Sebastiano è il secondo di 6 figli: ha una sorella di 17 anni e altri quattro fratellini di cui uno di tre e l’ultimo di un anno. Un fulmine a ciel sereno ha colpito una famiglia numerosa ma serena pronta a superare ogni ostacolo pur di salvare la vita ad un ragazzo di 15 anni. Il gruppo della Chiesa sulla Roccia ha già aperto una sottoscrizione in città ed ha raccolto 3.500 euro. “Non ci fermiamo di certo qui – dice Giuseppe Quattrocchi – abbiamo in programma uno spettacolo con la Concy events abbinato a Telethon che si terrà il 5 dicembre ed intendiamo raccogliere altri fondi per aiutare Sebastiano a superare questo difficile momento. Non servono solo i soldi per salvarlo, quelli sono indispensabili per prenotare l’intervento in Australia. Serve la preghiera e noi stiamo sostenendo questi fratelli con la preghiera ed invitiamo tutti a unirci per chiedere il miracolo che solo Dio può concederci”. Anche il cantante gelese sponsorizzato da Fabrizio Corona, Angelo Famao, ha prestato la sua immagine per lanciare un appello ai siciliani e chiedere aiuto per salvare Sebastiano. I gelesi non sono nuovi a queste gare di solidarietà: le hanno fatte per tanti ragazzi colpiti dal terribile male che sta falcidiando il territorio. Alcuni non ce l’hanno fatta, altri lottano ancora e tutti insieme saremo più forti.”

Stampa articolo
Visualizzazioni articolo: 4.920
Storie

di più in Storie

I segreti scabrosi dietro gli attentati

Liliana Blanco9 dicembre 2018

… c’era una volta, la prima scuola media

Liliana Blanco7 dicembre 2018

Va a Malta per trovare lavoro ma muore dopo due giorni

Liliana Blanco5 dicembre 2018

Endometriosi, dal tabù all’outing. Laura “l’ignoranza fa più male della malattia”

Rosa Battaglia14 novembre 2018

Don Luigi Bocchieri, il prete “giovane” che dice messa a Rebibbia

Rosa Battaglia13 novembre 2018

100, 13, 38 e 36: sono i numeri vincenti del centenario nonno Giuseppe

Liliana Blanco20 ottobre 2018

102 anni e tanta voglia di vivere

Liliana Blanco16 ottobre 2018

Suore scalze sulla Gela Catania, la Via Crucis nella statale della prostituzione

Rosa Battaglia10 ottobre 2018

Il detenuto più giovane di Balate vince un premio letterario nazionale

Rosa Battaglia8 ottobre 2018