Cultura e Società

La selva oscura dei mercati finanziari

La selva oscura dei mercati finanziari

Gela – Un viaggio all’interno della selva oscura dei mercati finanziari che opprimono le popolazioni. Un viaggio nell’astrattismo dei sistemi finanziari che riescono, attraverso stratagemmi sofisticati, ad accaparrarsi risorse che sottomettono intere nazioni e mortificano. Maggiore alza il velo sui sistemi che sintetizza e presenta ai cittadini affinchè possano sapere e capire come possono sparire i loro soldi, quelli che vengono versati attraverso le imposte. La tecnologia aiuta i sistemi economici a celare il giochetto che ha cambiato l’economia portando il meccanismo economico verso il fallimento.  Il popolo della famiglia di Gela ha organizzato un convegno al CNOS con il prof. di economia Fabiuccio Maggiore di Palermo, un evento partecipato da un pubblico interessata alle problematiche e alla crisi che attanaglia la popolazione gelese e quella globale mondiale, si parla molto di PIL, SPREAD, DEBITO PUBBLICO, argomenti che sentiamo spesso in TV, ma non capiamo la sua natura e soprattutto il grande bluff che gira intorno al denaro, non distribuito bene nel mondo globale, basta pensare che solo 8 persone detengono il 50% della ricchezza mondiale, ma non bastando questo dichiara l economista, si è costituita la BCE, non pensando a fondare per prima lo Stato unitario per essere detentori della moneta stessa, dunque la banca ha libertà di usurare e gestire la moneta senza essere controllata.
Renato Messina dirigente nazionale del PDF, interviene dicendo che la crisi nazionale è un falso, in quanto sappiamo che dalla nascita dell’euro ad oggi i bilanci nazionali sono stati sempre in positivo, i debiti o il cosiddetto debito pubblica si ha solo per il prestito della Moneta Euro che la BCE da all Italia, basta pensare che il debito sulla moneta è di circa 80 miliardi annui, insomma, questo è un problema che deve essere affrontato dalla UE e cambiare rotta, gli Stati devono riprendere la sovranitá e rimettere la moneta senza debito, un problema semplice per risolvere la crisi mondiale. Il presidente della sezione locale del Popolo della famiglia Emanuele Zappulla nel suo intervento  ha parlato delle problematiche locali, facendo un analisi sulla crisi economica in città e soprattutto la grave crisi che opprime le famiglie gelesi sempre più povere, parla che stanno studiando e cercando di metterlo come progetto pilota nella città gelese con una moneta alternativa, convenzionarla tra imprenditori esercenti e famiglie indigenti per abbassare il caro vita, una soluzione ottimale per contrastare la povertà. Luca Pardo ha detto che è ora di ribellarsi alla tirannia idiota del denaro-debito.

Fabiuccio Maggiore è un giovane economista siciliano nato a Palermo nel 1986, autore della tesi più letta d’Italia da titolo “Signoraggio bancario e Sovranità monetaria”. Blogger conosciuto nella rete per la sua costante opera di divulgazione, studioso e sostenitore delle monete complementari tra cui la Moneta del Grano promossa dall’Associazione Progetto Sicilia. Membro del CSM (Centro Studi Monetari) e ricercatore economico degli E-Democracy Italia, dopo la sua laurea è stato presto chiamato a partecipare a diverse conferenze in ogni parte d’Italia.

Stampa articolo
Visualizzazioni articolo: 884
Cultura e Società

di più in Cultura e Società

“L’acqua fonte di vita”: concorso per le scuole

Redazione22 Marzo 2019

Regeneration: da domani 30 artisti a liceo scientifico

Redazione22 Marzo 2019

Nella giornata della memoria si ricorda Emanuele Notarbartolo

Redazione21 Marzo 2019

‘Per sempre Libero’

Redazione21 Marzo 2019

Il prof. Cappellani parla di tumori su invito dell’Associazione Ex allievi del Liceo

Liliana Blanco20 Marzo 2019

Tutto pronto per la seconda parte del progetto “Mamma Mia!

Redazione20 Marzo 2019

” Cu’ cci veni a Palermu?” il 30 marzo 2019

Redazione20 Marzo 2019

Progetto scuola di inclusione degli studenti con disabilità intellettiva al IIS Leonardo

Redazione19 Marzo 2019

San Giuseppe: la tradizione torna in tutto il suo splendore

Redazione19 Marzo 2019