Attualità

… e il servizio di trasporto per i diversamente abili?

… e il servizio di trasporto per i diversamente abili?

Riceviamo e pubblichiamo una nota a firma della presidente pro tempore della Cogedha, Linda Legname. Dopo le proteste e l’approvazione del regolamento da parte del Consiglio comunale non c’è ancora il bando per l’affidamento del servizio di trasporto dedicato ai diversamente abili.

” Signor Commissario,

la Presente per manifestarle tutto il nostro rammarico ed esprimerle la nostra forte preoccupazione dinanzi alla ‘’paralisi’’ operativa che da mesi condanna alunni, lavoratori e tanti altri soggetti con disabilità a cui leggi e Costituzione ASSICURANO LA MOBILITA’ E LA PIENA INTEGRAZIONE SOCIALE al  pari di tutti i cittadini, a causa di certa burocrazia distorta e faziosa che arriva al  punto di classificare a Suo piacimento, con la complicità di politici sprovveduti ed avventurieri,   disabili  di categoria privilegiata che giustamente e legittimamente da 50 anni ricevono quotidianamente e senza alcuna interruzione di sorta il servizio di cui trattasi e disabili di secondo o terzo livello malgrado le medesime condizioni di disagio psico-fisico in cui versano che però da un anno sono relegati nelle loro abitazioni per  pura e voluta discriminazione mascherata da mezzucci che nulla hanno a che vedere con  le varie leggi  che mettono  i  disabili in condizione di parità  sostanziale.

Alle promesse, ai colloqui, agli incontri e ai momenti di concertazione a cui  purtroppo non seguono quasi mai azioni concrete che diano risposte alle necessità rappresentate, lasciando quindi i disabili più deboli, già segnati da affezioni gravi e gravissime, in condizioni di estrema precarietà e mettendo le famiglie in difficoltà ulteriori, invece di offrire quelle soluzioni rassicuranti che i cittadini, legittimamente, si attendono dalla Pubblica Amministrazione e in particolare dal proprio Comune.

Le nostre ragazze e i nostri ragazzi, segnati dalla disabilità, non meritano davvero l’inerzia e forse l’indifferenza delle istituzioni così come stiamo assistendo nella presente fase di questa gestione commissariale.

Le famiglie, già gravate di problematiche aggiuntive spesso di notevole entità, hanno tutto il diritto di vedere accolte le proprie istanze da noi più volte rappresentate a codesta Amministrazione, sia pure straordinaria, oltre che a Lei personalmente.

Sono ormai tre mesi dall’inizio dell’anno scolastico, eppure le problematiche di maggior rilievo che ci siamo premurati di esporre e illustrare in tante occasioni, sollecitandone soluzioni ragionevoli ed equilibrate da Lei non solo condivise ma ritenute UMANAMENTE OBBLIGATORIE E PRIORITARIE , continuano invece  a non ricevere alcuna risposta concreta, ponendo l’utenza e le nostre Associazioni di rappresentanza e di tutela in uno stato di sfiducia verso chi deve assumersi l’onere dell’azione e della responsabilità verso i cittadini meno protetti e comunque nei confronti della Comunità intera.

Ben consapevoli della scelta obbligata dell’Amministrazione di organizzare e bandire una gara d’appalto pubblica e trasparente per l’assegnazione del servizio di trasporto come stabilito e voluto dal REGOLAMENTO COMUNALE DEL TRASPORTO SOCIALE APPROVATO RECENTEMENTE, considerati tuttavia i tempi richiesti per l’espletamento della procedura, siamo a sollecitare energicamente il mantenimento delle regole che assicuravano le prestazioni nel passato  recente, basate sulla erogazione dei vouchers, al fine di garantire la riattivazione immediata di un intervento già perfino troppo tardivo, che siamo qui a esigere in quanto presupposto del Diritto costituzionale all’istruzione e alla piena integrazione nonché infine del suddetto Regolamento che ne ha disposto la proroga fino all’assegnazione del  Trasporto Sociale Unico..

Ogni ulteriore ritardo in materia non potrebbe più essere tollerato dagli utenti e dalle Associazioni che li rappresentano, con il rischio di innescare iniziative di tutela anche in ambito giudiziario con effetti negativi sull’insieme dei rapporti di dialogo e di collaborazione che una Amministrazione, sebbene straordinaria, deve intrattenere con i propri cittadini.

Auspichiamo risposte sollecite, concrete ed efficaci, in considerazione delle attese ormai troppo lunghe che abbiamo dovuto sopportare, con l’intenzione ben ferma da parte nostra di non accettare ulteriori rinvii, dilazioni e DISCRIMINAZIONI  che causano disagio e sofferenza agli utenti e alle loro famiglie.

Confidiamo in un ascolto attento della presente istanza, dal quale possano derivare provvedimenti immediati volti alla soluzione dei problemi posti, assicurando ancora una volta comunque la completa disponibilità a un dialogo fattivo, purché esente da ritardi che verrebbero da noi considerati inaccettabili.

Stampa articolo
Visualizzazioni articolo: 380
Attualità

di più in Attualità

Il sindaco incontra la Consulta per i disabili

Redazione22 Maggio 2019

Giuseppe Sardella concorre a ‘Mister Universo’ – video

Liliana Blanco22 Maggio 2019

Le trattative aperte all’Aias

Liliana Blanco22 Maggio 2019

Rinvenuto ipogeo ad Agrigento, rifugio antiaereo in seconda guerra

Redazione22 Maggio 2019

Vertice in Prefettura per prevenire gli incendi nei boschi

Redazione22 Maggio 2019

I progetti dei volontari ‘rivali’

Liliana Blanco22 Maggio 2019

Perdita senza fine: via Generale Cascino sempre ‘bagnata’

Liliana Blanco22 Maggio 2019

Assolta Giuseppina Savatta dalla Corte d’appello: era incapace di intendere in quel momento

Liliana Blanco21 Maggio 2019

Grave incidente stradale: peggiorano le condizioni del centauro

Liliana Blanco21 Maggio 2019