Politica

Interrogazione sul prelievo forzoso

Interrogazione sul prelievo forzoso

Roma – Un’interrogazione è stata presentata al Ministro dell’interno, al Ministro dell’Economia e delle finanze, al Ministro della Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dal deputata di Forza Italia, Giusi Bartolozzi  per sapere premesso che  le Province siciliane sono sottoposte al prelievo forzoso annuo, da parte dello Stato, che ha superato i 270 milioni di euro; considerato che in data 22 dicembre 2018 è stato sottoscritto un accordo tra Stato e Regione Siciliana sulla Finanza Pubblica, fermo restando che la competenza in materia di finanza locale, nella regione siciliana, è ancora di pertinenza statale, sicché è agli organi governativi che spetta la copertura delle spese correnti delle ex province (oggi aree metropolitane e liberi consorzi); in Sicilia la ex Provincia di Siracusa ha già dichiarato il dissesto e almeno altre quattro (Catania, Enna, Messina, Trapani)  ex Province si apprestano a dichiararlo nel corso del 2019; rilevato che nella seconda decade di dicembre 2018 è stata comunicata a n. 20 Dirigenti di Istituti scolastici di secondo grado, da parte del Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta, la disdetta delle utenze (luce, gas e telefono) evidenziandosi che “le eventuali forniture eseguite dopo la data del 31/12/2018 non potranno in alcun modo essere addebitate a questo Libero Consorzio”;
le disdette in questione sono state motivate nei termini letterali che seguono: “tenuto conto dell’impossibilità tecnico-contabile di assumere impegni di spesa a decorrere dal 01/01/2019, a causa di una gravissima situazione finanziaria dell’ente, determinata unicamente dal prelievo forzoso operato dallo Stato a decorrere dal 2015, che ha interamente eroso gli avanzi di amministrazione disponibili”;
tempestivamente i Dirigenti scolastici hanno intimato, tramite diffide, il libero consorzio di Caltanissetta alla revoca dei provvedimenti di dismissione delle forniture;
ritenuta peraltro la tardività delle comunicazioni inoltrate dal libero consorzio ai dirigenti scolastici trattandosi di spesa corrente e dunque spesa preventivabile, e considerato che l’interruzione dei servizi in parola determinerà di fatto la paralisi delle attività̀ degli Istituti Scolastici nonché̀ l’interruzione di un servizio pubblico a decorrere dal 7 gennaio 2019; considerato che il suesposto problema è stato, con misura temporanea, risolto dal tavolo prefettizio dello scorso venerdì 4 gennaio 2019, avendo il libero consorzio provvisoriamente ritirato in autotutela la determina di revoca dei contatti di fornitura; considerato, altresì, che nei liberi consorzi e nella Città Metropolitane siciliane il disavanzo sopraccennato, causa prelievo forzoso, ha determinato anche l’interruzione dei servizi di assistenza disabili nelle scuole secondarie, con ripercussioni nell’assistenza igienico-sanitaria, nel trasporto, nell’assistenza alla comunicazione e negli altri servizi agli alunni; anche lo sport e le attività didattica educative a Caltanissetta risultano colpite dalla crisi economica che attanaglia il libero consorzio nisseno, che ha comunicato al Palacarelli Kalat C5 che dal primo gennaio è nella impossibilità di far usufruire gli spazi regolarmente concessi sino al 31 dicembre 2018 per mancanza di fondi per il pagamento delle utenze con disdetta immediata da parte dell’Ente, il che ha determinato lo stop nella partecipazione dei campionati federali come programmati;
quali misure di sostegno ai liberi consorzi siciliani, finalizzate a scongiurare ipotesi di dissesto finanziario, intendano adottare con immediatezza;
se intendano anticipare nell’anno 2019 le misure previste nell’accordo del 22 dicembre 2018 a favore degli enti di Area di Vasta della Regione Siciliana.
Bartolozzi, Prestigiacomo, Germanà, Minardo, Scoma,

Stampa articolo
banner vision
Visualizzazioni articolo: 393
Politica

di più in Politica

Il Popolo della Famiglia celebra oggi i 100 anni dell’appello ai liberi e forti di don Sturzo

Redazione18 Gennaio 2019

Crisi CMC al MISE. Lorefice, Pignatone e Cancelleri: “subito una soluzione per riprendere i cantieri”

Redazione17 Gennaio 2019

Strade siciliane disastrate, in arrivo il commissario straordinario per fare partire i lavori

Redazione17 Gennaio 2019

Salvini a Gela ad aprile: annuncio del Circolo

Liliana Blanco17 Gennaio 2019

Il consiglio comunale chiede alla Regione lo stato di calamità naturale

Redazione16 Gennaio 2019

Mentre la politica litiga, Melfa annuncia la sua candidatura

Liliana Blanco15 Gennaio 2019

Lega: Candiani prende la parola per difendere i suoi

Redazione15 Gennaio 2019

Incarbone ringrazia ma altri no

Liliana Blanco15 Gennaio 2019

Filippo Incarbone nuovo commissario di F.I.

Redazione14 Gennaio 2019