Cultura e Società

Festa dei giornalisti e di San Francesco di Sales

Festa dei giornalisti e di San Francesco di Sales

Venerdì 25 gennaio, alle ore 18, in occasione della festa di San Francesco di Sales, la Diocesi di Piazza Armerina organizza, come di consueto un incontro celebrativo-culturale che si terrà presso la sala stampa dell’autodromo di Pergusa.  L’evento è organizzato da questo Ufficio diocesano con il patrocinio di Assostampa Enna e dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia. La partecipazione dei cronisti darà diritto all’acquisizione di 3 crediti formativi non deontologici per l’aggiornamento professionale (obbligatoria la prenotazione – già disponibile – alla partecipazione sulla piattaforma Sigef, con l’iscrizione al corso “La comunicazione di prossimità”). Introdurrà Josè Trovato, segretario provinciale di Assostampa Enna.A commentare il messaggio “Siamo membra gli uni degli altri» (Ef 4,25). Dalle community alle comunità”, che Papa Francesco ha presentato in occasione della 53esima Giornata Mondiale della Comunicazioni Sociali, sarà Chiara Pelizzoni, giornalista professionista di Famiglia Cristiana.L’incontro si concluderà con una cena offerta dal Vescovo in un ristorante della città.

Capacità di andare controcorrente, lungimiranza, modernità, di cui Francesco di Sales aveva già dato prova nel primo confronto col mondo riformato. A mezzi classici come la predicazione e la disputa teologica egli ne aveva escogitato uno, davvero particolare: pubblicazione di fogli volanti (i cosiddetti manifesti) che, pensati come mezzo di catechesi e informazione religiosa, potevano raggiungere tutti attraverso l’affissione murale o la consegna ai singoli usci. A toni polemici e atteggiamenti severi Francesco preferì inoltre il metodo del dialogo e della dolcezza, seguendo la massima: «Se sbaglio, voglio farlo per troppa bontà piuttosto che per troppo rigore». Vi si attenne anche negli scritti (dalle oltre 30mila lettere a un capolavoro di mistica come il Trattato dell’amore di Dio), redatti fra l’altro con un linguaggio semplice e insieme elegante, coinvolgente e ricco d’immagini. Fu  una giusta valutazione quella che indusse Pio XI a proclamare Francesco di Sales, il 26 gennaio 1923, patrono di «tutti quei cattolici, che con la pubblicazione o di giornali o di altri scritti illustrano, promuovono e difendono la cristiana dottrina» (Enc. Rerum omnium). E all’indomani del Vaticano II Paolo VI volle nuovamente additare il vescovo di Ginevra come modello dei giornalisti cattolici nella lettera apostolica Sabaudie gemma. È diventata poi tradizione che il testo del messaggio pontificio in occasione della Giornata mondiale per le comunicazioni sociali venga pubblicato proprio in concomitanza con la memoria liturgica del santo (24 gennaio).

 

Stampa articolo
Visualizzazioni articolo: 554
Cultura e Società

di più in Cultura e Società

Impara l’arte dell’uncinetto

Redazione22 Maggio 2019

La sindrome metabolica e la dieta come stile di vita: conferenza a scuola

Liliana Blanco21 Maggio 2019

‘Il medico dei pazzi’ dell’UniTre

Liliana Blanco20 Maggio 2019

I performer gelesi alla Coppa Italia per le arti scenico-sportive

Liliana Blanco20 Maggio 2019

10.000 reperti sotto il mare….

Liliana Blanco19 Maggio 2019

Ecco la nuova pinacoteca di Niscemi – video

Liliana Blanco19 Maggio 2019

“Psichiatra in ghiaccio con cannella”

Redazione19 Maggio 2019

Butera nel film di Marco Bellocchio, ‘Il traditore’

Liliana Blanco19 Maggio 2019

“I have a dream”: spettacolo in ricordo dell’avv. Casano

Redazione19 Maggio 2019