Attualità

Mensa: i sindacati non si arrendono. Vanno dal Prefetto

Mensa: i sindacati non si arrendono. Vanno dal Prefetto

Caltanissetta – Le segreterie confederali CGIL CISL UIL, unitamente alle federazioni di categoria Settore Scuola ( FLC CGIL CISL SCUOLA UIL SCUOLA) e del settore Commercio e Servizi (FILCAMS CGIL) in riferimento alle ultime dichiarazioni pubbliche, stigmatizzano il comportamento del Commissario Straordinario del Comune di Gela Dott. Arena Rosario che per l’ennesima volta in prossimità dell’incontro già convocato da Sua Eccellenza il Prefetto per la problematica relativa alla “Sospensione mensa scolastica Comune di Gela” anticipa ai giornali la posizione
dell’amministrazione sottraendo di fatto il ruolo istituzionale di Sua Eccellenza il Prefetto che ha già convocato una riunione con la presenza sia del Commissario Dott. Arena sia delle Organizzazioni sindacali  CGIL CISL UIL per il 30 gennaio 2019 per discutere di “Servizio mensa scolastica Comune di Gela”. Ancora più grave la dichiarazione del Commissario il quale ribadisce che Gela non è l’unica città in cui è stata cancellata la refezione ma altrove non ci sono state le levature di scudi che abbiamo visto. Ribadiamo come già fatto precedentemente che probabilmente in altri Comuni (non sappiamo a quali si riferisce) i Sindaci non si sono sottratti ad affrontare il problema assieme alle Organizzazioni sindacali cosa che è accaduta in questa occasione, il volersi sottrarre agli incontri richiesti sin dai primi giorni di dicembre quando
le soluzioni potevano essere a portata di mano (variazioni di bilancio) ha creato un clima di scontro
dialettico nel rispetto dei propri ruoli che non ha prodotto nessuna risoluzione alle problematiche di
questa città. “Tagliando in maniera semplicistica un tempo scuola e un servizio di mensa scolastica – dicono i Responsabili provinciali del settore Scuola Cisl Scuola Il Segretario della Filcams CGIL Nunzio Corallo; FLC CGIL(Alberto Musca Uil Scuola Michele Sallami), Emanuele Caci, I Segretari Generali CGIL CISL UIL
(l·Giudice _ E. Gallo-M. Castania) -per  oltre 1300 bambini che frequentano le scuole dell’obbligo del Comune di Gela e di conseguenza causando disagi alle famiglie coinvolte. Ribadiamo che Gela non è stata dichiarata “area di crisi COMPLESSA” per GENEROSITÀ Politica del precedente Governo nazionale ma per una crisi profonda occupazionale ed economica che pone in condizioni di povertà reale migliaia di famiglie. Il voler dichiarare “Mi dispiace molto, ma non è colpa mia. Ho trovato questa situazione a cui non c’è possibilità alcuna di porre rimedio subito” ci sembra un film già visto anche su altri problemi della città. Ribadiamo ciò poiché le decisioni unilaterali del Commissario tagliano 160 posti di lavoro, siamo certi che Sua Eccellenza il Prefetto giorno 30 Gennaio saprà trovare le giuste soluzioni alla problematica relativa alla sospensione della mensa scolastica per l’a.s. 2017/18.

Stampa articolo
Visualizzazioni articolo: 381
Attualità

di più in Attualità

Il sindaco incontra la Consulta per la disabilità: finalmente il dialogo

Redazione22 Maggio 2019

Prima udienza nel procedimento contro Melfa: ha chiesto di testimoniare

Redazione22 Maggio 2019

Giuseppe Sardella concorre a ‘Mister Universo’ – video

Liliana Blanco22 Maggio 2019

Le trattative aperte all’Aias

Liliana Blanco22 Maggio 2019

Rinvenuto ipogeo ad Agrigento, rifugio antiaereo in seconda guerra

Redazione22 Maggio 2019

Vertice in Prefettura per prevenire gli incendi nei boschi

Redazione22 Maggio 2019

I progetti dei volontari ‘rivali’

Liliana Blanco22 Maggio 2019

Perdita senza fine: via Generale Cascino sempre ‘bagnata’

Liliana Blanco22 Maggio 2019

Assolta Giuseppina Savatta dalla Corte d’appello: era incapace di intendere in quel momento

Liliana Blanco21 Maggio 2019