Politica

Candidature a sindaco: al voto il 28 aprile

Candidature a sindaco: al voto il 28 aprile

Gela – Si stringono i tempi: la Regione avrebbe anticipato il voto al 28 aprile. ‘Gela città normale’ ed i 4 civici uniti dovrebbero chiudere sul sindaco fra la fine della settimana o al massimo all’inizio della prossima; un’anima di Forza Italia, quella del deputato Bartolozzi fra due settimane al massimo. Gli altri ancora dialogano e la città aspetta anche se con indifferenza, perché le parole non interessano nessuno. Solo quei pochi che si stanno dimenando per arrivare al potere del piccolo regno che pure considerano l’ombelico del mondo. Si è arrivati perfino a ipotizzare che il deputato Bartolozzi ambisca al posto di sindaco o che lasci Forza Italia. “Ci sono persone spendibili sul territorio – dice l’on – io ho una collocazione che devo usare per il bene della città al Governo. Stiamo lavorando e per ora non possiamo dire nulla. Forza Italia l’abbiamo portato a Gela, ha dato la giusta valorizzazione e non ci sono motivi per lasciarla, non ci penso nemmeno”. Si muoverà fuori dal simbolo invece Pino Federico che sta preparando le liste ma non si mette d’accordo con Mancuso che potrebbe scegliere Cirignotta. Molti, fra partiti e movimenti civici rifuggono da nomi ‘illustri’ che hanno avuto ruoli importanti nella politica. E’ il solito effetto ‘speranza’ che apre al nuovo, guardando la realtà di abbandono della città, nella speranza di riuscire davvero a cambiare le cose. La stessa speranza che ha fatto scegliere il nuovo alle ultime amministrative.

Il gruppo di Fratelli d’Italia lavora per l’unione. Dialoga bene con la Lega che propone Giuseppe Spata come candidato a sindaco ma non impone ed è aperta ad altri nomi. “Cerchiamo di unire la coalizione a Gela – dice il coordinatore Salvatore Scuvera –  e non aspettiamo i diktat di Palermo. Non sappiamo con chi dialogare delle anime di  Forza Italia, il coordinatore non ci ha chiamato. Diventerà Bellissima ha mostrato interesse a programmare un incontro ma lo ha fatto sulla stampa, aspettiamo che si chiami. L’Udc ha teso una mano e incontreremo anche loro. Abbiamo parlato con i civici ma aspettiamo che facciano sintesi con uno e non due nomi: dovrebbero chiarirsi al loro interno”. Si perché nell’alleanza dei quattro Movimenti civici ‘Una buona idea’, ‘Unione dei siciliani’ , ‘Gela punto’,  ‘Un’altra Gela’ hanno due leader: Terenziano Di Stefano e Lucio Greco. “Tutto si svolge nella serenità – dice Di Stefano – troveremo la sintesi in maniera democratica come abbiamo sempre lavorato”.

Insomma questi giorni sono decisivi, ma al momento la situazione è nebulosa come si profila da mesi.

 

Stampa articolo
Visualizzazioni articolo: 1.203
Politica

di più in Politica

Dopo le amministrative il Pd pensa alle europee

Liliana Blanco20 Maggio 2019

L’Udc continua a parlare di politica a largo raggio

Redazione20 Maggio 2019

Consultazioni: non prima di martedì

Liliana Blanco20 Maggio 2019

Siciliano torna nella scena politica in una veste nuova

Redazione19 Maggio 2019

Agevolazioni per i viaggi degli elettori delle Europee

Redazione19 Maggio 2019

Il PdF, unico gruppo politico con un candidato gelese alle europee

Liliana Blanco18 Maggio 2019

Nuovo consiglio comunale: alle battute finali la verifica

Liliana Blanco17 Maggio 2019

Greco: “chiedetemi tutto per la città ma nessun favore personale”

Liliana Blanco16 Maggio 2019

La marcia dei sindaci su Palermo per la crisi delle province

Redazione15 Maggio 2019