Politica

“Stupisce l’idea di contrapporre i diritti e le libertà individuali, ai diritti della famiglia tradizionale”

“Stupisce l’idea di contrapporre i diritti e le libertà individuali, ai diritti della famiglia tradizionale”

Gela – Riceviamo e pubblichiamo una riflessione culturale sull’evento internazionale di Verona sulla famiglia a cura del Prof. Gianfranco Mancuso

“Il raduno internazionale sulla famiglia a difesa dei valori della famiglia tradizionale fondata sul matrimonio previsto a Verona  per il 29-31 marzo prossimo, provoca una levata di scudi dal movimento 5 stelle e da ambienti del PD.
Persino il presidente della Camera Fico rimarca la difesa dei diritti e delle libertà individuali sulla famiglia tradizionale e c’è chi parla persino di ritorno al medioevo.
In compenso a segnare le distanze con la sinistra ci pensa la Lega che parteciperà all’evento veronese con esponenti di spicco tra i quali Salvini, Bussetti, Pillon e Fontana.
Quello che stupisce è l’idea di contrapporre i diritti e le libertà individuali ai diritti della famiglia fondata sul matrimonio, come se colui che si sposa perdesse le proprie prerogative o la propria personalità o dovesse rinunciare a se stesso per il bene superiore dell’unità familiare.

Si tratta di una visione miope e fuorviante ma soprattutto fuori dai canoni costituzionali.
La Costituzione infatti non esalta la libertà come fine a se stessa ma la riconosce e tutela  in vista del bene comune.
La libertà è innanzitutto partecipazione democratica alle scelte politiche, così si esprime l’art.1 della Costituzione quando afferma che la sovranità appartiene al popolo che la esercita nelle forme previste dalla stessa Costituzione,  ma è anche esercizio di diritti e libertà finalizzate tanto alla crescita e realizzazione personale quanto per la crescita morale e materiale della nazione, così si esprimono l’art.2 e il successivo art.4 della Costituzione.
L’ambito entro cui l’uomo cresce è fatto di relazioni ed tra questi vi sono innanzitutto la famiglia e la scuola.
La famiglia in particolare è una società naturale la cui essenza e funzione è propriamente quella di far crescere il bambino, il ragazzo e il giovane in un contesto di affettività sana e di relazioni arricchenti, luogo primario della formazione umana, affettiva e culturale.
Il ruolo della famiglia quindi non è antitetico alla crescita e formazione della persona, anzi ne è il luogo naturale.
La famiglia piuttosto va aiutata.
Fa piacere vedere esponenti politici accorrere ad un evento culturale sulla famiglia così importante. Quello che aspettiamo è la traduzione di tale presenza in azione di governo a sostegno delle famiglie, magari a cominciare dal reddito di maternità, dalla revisione in senso ancor più solidale della legislazione del lavoro a favore delle mamme che lavorano, a migliori servizi scolastici nel meridione dove è alto il tasso di dispersione e abbandono scolastico fino ad arrivare alla riforma fiscale secondo il modello del quoziente familiare che dove è stato adottato ha ridotto il gap generazionale, favorito le giovani coppie di sposi e aumentato la natalità”.

Prof. Gianfranco Mancuso

PdF

Stampa articolo
Visualizzazioni articolo: 1.669
Politica

di più in Politica

Provvedimenti per la viabilità nel territorio di Niscemi

Redazione15 Giugno 2019

Report Sentieri: Di Paola (M5S): “Numeri impietosi che fotografano situazione insostenibile

Redazione14 Giugno 2019

Il ricorso sulle elezione del sindaco, è stato depositato

Redazione13 Giugno 2019

Denuncia del Pd sulle condizione della SP 12 chiusa al traffico per la frana

Redazione12 Giugno 2019

Sull’apertura di Forza Italia verso la Lega il deputato Bartolozzi è stata profetica

Redazione12 Giugno 2019

Inchiesta rifiuti a Gela, scatta la mozione M5S all’Ars

Redazione11 Giugno 2019

Lega e Forza Italia, segnali di disgelo, Mancuso (FI): si lavori per contrastare la deriva pentastellata”

Redazione11 Giugno 2019

Si spacca il fronte dell’opposizione

Liliana Blanco8 Giugno 2019

Sammito: il saluto dopo l’insediamento

Redazione8 Giugno 2019