Sport

Due medaglie d’argento per Sharon nelle bocce ai Giochi Mondiali Special Olympics ad Abu Dhabi.

Due medaglie d’argento per Sharon nelle bocce ai Giochi Mondiali Special Olympics ad Abu Dhabi.

Gela – Con la cerimonia di chiusura, oggi si concludono i Mondiali di Special Olympics ad Abu Dhabi, per 7mila atleti che si sono impegnati in 24 discipline sportive.

La delegazione italiana formata da 115 atletiha portato alto i colori dell’Italia nelle seguenti discipline: atletica, badminton, bocce, bowling, calcio a 5 unificato, calcio a 7 unificato, equitazione, ginnastica artistica e ritmica, golf, equitazione, nuoto,pallacanestro unificata e tradizionale, pallavolo unificata, nuoto in acque libere, tennis e tennistavolo. La formazione della disciplina delle bocce costituita dagli atleti: Alessia Filippi, Matteo Maggioli e gli atleti partner Sharon Schembri e Mariangela Monticelli, guidata dal tecnico Nazionale Moreno Gualtieri, hanno conquistato ai Giochi Mondiali ad Abu Dhabi due medaglie doro, due medaglie d’argento ed una di bronzo.

L’atleta partner dell’Orizzonte ha contribuito con due medaglie d’argento, una nell’unificato a squadre e l’altra nel doppio con l’atleta Alessia Filippi che solo per differenza punti hanno dovuto ceder la medaglia doro alla squadra del Bangladesh. Medaglie doro nel singolo maschile per Matteo Maggioli e per Alessia Filippi nel singolo femminile, mentre la medaglia di bronzo è stata conquistata nell’unificato da Matteo Maggioli e dall’atleta partner Mariangela Monticelli.

Anche in questi Mondiali Special Olympics, abbiamo avuto la presenza di un ‘atleta gelese dell’Associazione Orizzonte e ancora una volta nello sport unificato, come nel 2005 ai Giochi Europei giovanili Roma, nel 2007 ai Giochi Mondiali a Shangai nel calcio unificato e nel 2015 a Los Angeles nella pallavolo unificata, questa volta nelle bocce unificate con l’atleta partner Sharon Schembri.

Lo sport unificato è lo strumento ideale proposto da Special Olympics per abbattere ogni forma di pregiudizio attraverso lo sport, sentendosi parte integrante di una squadra. atleti con e senza disabilità intellettive (atleta ed atleta partner), che hanno unito le loro forze per vincere insieme.Questo è un modello educativo concretamente inclusivo attraverso cui valorizza le abilità, stringere amicizie con altri atleti e vivere esperienze uniche.

Oggi alle ore 17,00 è prevista la cerimonia di chiusura che come la cerimonia di apertura è un modo di far sentire il calore e far accendere i riflettori sulla disabilità intellettiva ogni giorno in ogni parte del mondo. Venerdì è il giorno della partenza per le 190 delegazioni, ognuno porterà con sé un grosso bagaglio,con dentro le medaglie di diverso colore ma soprattutto con l’esperienza fatta di autonomia, di autostima e dei molteplici rapporti umani,un bagaglio che verrà lentamente svuotato e condiviso con le comunità in cui ognuno di loro vive.

Stampa articolo
Visualizzazioni articolo: 618

di più in Sport

L’amministrazione invita il Gela calcio: “no, grazie. Non parteciperemo”

Redazione20 Giugno 2019

Incubo calcio: nuovo allarme del Gela calcio

Redazione10 Giugno 2019

Lo spettacolo dell’armonia della Gymnastics Club

Liliana Blanco10 Giugno 2019

Non si allena ma è quarta ai Campionati di Rieti

Redazione9 Giugno 2019

L’Orizzonte Gela conquista 3 medaglie d’oro 3 d’argento e 2 di bronzo

Redazione4 Giugno 2019

Miccichè speaker ufficiale della Federazione Ginnastica d’Italia

Redazione24 Maggio 2019

Prima affermazione per l’associazione gelese Slayers Softair

Redazione21 Maggio 2019

Medaglia d’argento per l’Olympia Riesi

Liliana Blanco20 Maggio 2019

La Orizzonte andrà ad Abu Dabhi grazie a Melfa – video

Redazione20 Maggio 2019