Storie

Jessica allo stremo delle forze: “aiutateci”

Jessica allo stremo delle forze: “aiutateci”

Gela – Jessica non ce la fa più: è allo stremo delle forze. Ancora di più sua madre: le sue mani sono distrutte a furia di stare a bagno per pulire, presentano ferite aperte. Hanno più di cento cani e ogni giorno arrivano nuove cucciolate che i gelesi le fanno trovare dietro l’uscio di casa. Non sanno dove piazzare i cani? Nessun problema: c’è Jessica…!!! Lei e la madre non hanno il coraggio di abbandonarli e la casa si riempie sempre di più. Servono mani per pulire i box e soldi per comprare il cibo per gli animali. Ma nessuno se ne occupa. Quello che non si comprende è che Jessica Platania svolge un servizio in favore della comunità in maniera gratuita anzi onerosa per lei. I cento cani che accudisce sono 100 randagi inmeno per le strade di Gela. Un altro problema attende il nuovo sindaco. ” Non avrei mai pensato che questa storia sarebbe finita così scrive Jessica – Per molti anni sono andata in giro per manfria (ogni giorno) a sfamare i randagi.

Nel 2005 realizzai, col mio ex compagno, il sogno di comprare la casa colonica dove vivo tutt’oggi.
Era già nei miei pensieri quello di costruire,assieme a delle altre associazioni, qualcosa di bello per i randagi.
Eravamo una grande famiglia. Loro portavano il cibo e le medicine ed io avevo lo spazio per ospitarli.
Promesse. Promesse. Promesse.
Ad un certo punto,sono spariti tutti,esattamente dopo aver ricevuto la visita dei NAS e del medico veterinario dell’ASP. Quel giorno ebbi paura. Tanta paura che portassero i miei cani in canile. Invece mi rilasciarono una bella relazione e chipparono tutti i miei bambini.
La mia salute è stata sempre molto blanda. Ho subito, dal 2004, non so quanti interventi. Ho pure 5 vertebre trapiantate.
Ma, la sera di 2 anni fa, esattamente il 22/02/2017,ebbi un incidente gravissimo in moto. Una signora ci tagliò la strada.
Io feci 40 metri di volo. Sono atterrata in un”letto di vetro” e una di queste bottiglie rotte,mi tagliò di netto lo stomaco,tirandomi fuori le viscere.
Il casco si ruppe a metà.
Le mie ossa pure,bacino compreso. Ho avuto la perdita parziale dell’udito e ,dopo 2 anni,ho ancora un buco di circa 15×10 cm nell’addome con tanto di viscere di fuori. Si possono toccare le mie budella. Ogni 10 giorni circa vengo operata a carne viva,per togliere la carne che va in necrosi e pezzi di rete che avevano messo per tenere uniti i miei organi. Ho avuto un rigetto.
Sono stata in coma per un mese,attaccata alla vita come non mai.
Nel frattempo, gente cattiva,aveva promesso di prendersi cura dei miei cani.
Ne fecero morire 9 di fame e fatto ingoiare loro acido. Gli altri erano tutti in fin di vita,perchè tutti gli aiuti che arrivavano per sfamare i miei piccoli,sono serviti ad uno di questi mostri di comprarsi la macchina nuova. Fecero morire anche tutti i gatti.
Ed io ero in coma.
È una lunga storia e non ho molta voglia di raccontarla nei dettagli.
Ma da quel giorno…la mia vita è un inferno. A volte penso davvero di farla finita.
Ho un centinaio di cani e non so quanti gatti e 2 pecorelle.
Vivo con 280 euro di pensione al mese. Non ho nulla. Non posso neppure curarmi come dovrei. Siamo soltanto io e mia madre. Ed io non posso fare nulla,avendo ancora la ferita aperta.
Vivo tra la vita e la morte.Ogni giorno. Ho bisogno di trasfusioni,ho avuto 2 embolie polmonari.
E non c’è nessuno che fisicamente ci aiuta. NESSUNO.Riesco a far mangiare i cani e i gatti grazie alle donazioni di privati,che,commossi dalla mia storia,mi regalano croccantini, scatolette,acqua,medicine e mi aiutano a fare la spesa anche per me.
I miei compaesani,a parte 2 o 3,si girano dall’altra parte…e durante le notti,mi portano cucciolate che mi lasciano dietro il cancello.
Sono allo stremo. Stanca.
A volte penso che se quella notte io fossi morta,sarebbe stato meglio.
Ho bisogno di aiuto.
Lo capite?
Non fate i ciechi e i sordi.
JESSICA HA BISOGNO DI AIUTO NON ALTRE CUCCIOLATE!”

Stampa articolo
Visualizzazioni articolo: 4.543
Storie

di più in Storie

F.I. scatenata contro la Lega: storia di Paul ‘adottata’ da Mancuso

Redazione2 Maggio 2019

Noi, lavoratori ‘usa e getta’……..

Redazione27 Aprile 2019

60 anni d’amore: la favola di Francesco e Maria

Liliana Blanco22 Aprile 2019

La gelese Ivana Legname vuole costruire una scuola per bambini sordi, in Kenya

Liliana Blanco20 Aprile 2019

Rocco non è morto invano: il suo nome resterà per sempre

Redazione8 Aprile 2019

Due anni senza Margot, l’angelo che volteggiava

Liliana Blanco6 Aprile 2019

Da Butera a Portofino, a pranzo coi vip internazionali

Liliana Blanco17 Marzo 2019

“Mi fa male il cuore”. “Signora venga il 31 ottobre”

Liliana Blanco14 Marzo 2019

Storia di un imprenditore proprietario di un Castello a Piazza Armerina

Liliana Blanco3 Marzo 2019