Politica

In forse il voto alle elezioni provinciali

In forse il voto alle elezioni provinciali

Gela – Non c’è ancora l’ufficialità per la composizione del Consiglio comunale e rischia di saltare il voto gelese alle provinciali. Dopo lo steep di ieri in cui il Presidente della Commissione elettorale ha comunicato i nomi dei consiglieri dopo la verifica delle schede, devono evasi una serie di passaggi: la comunicazione deve arrivare al segretario generale e all’Ufficio di presidenza del consiglio comunale. La lista degli eletti poi uscirà la prossima settimana dall’Ufficio elettorale. Dopo questi passaggi previsti nei regolamenti previsti nella fase post elettorale, si può parlare di ufficialità a prescindere dalle vittorie proclamate sui social. Ieri è stato annunciato il premio di maggioranza. Il lungo e faticoso lavoro della commissione elettorale, poi ha aperto una serie di maglie. Taluni consiglieri hanno perso fino a 30 voti, come è avvenuto per Di Dio, ma avendone a iosa la sua posizione non ha subìto alcun contraccolpo. Questo indica che i numeri comunicati il 29 aprile non erano quelli reali. Ci sono poi posizioni ‘pericolose’: fra Romina Morselli oggi consigliere e Marina Greco risulta la differenza di un solo voto, che poi è quello che fa la differenza. Anche il candidato Antonio Cuvato ha avuto solo pochissimi voti in meno rispetto a Virginia Farruggia e potrebbe decidere di presentare ricorso.  Ma solo solo alcuni esempi: di fatto i numeri usciti da questa verifica differiscono. Il lavoro della commissione è stato più lungo del previsto e questo mette in forse la partecipazione dell’Ente locale alle votazioni per i Liberi consorzi e le città metropolitane le elezioni sono state fissate per il 30 giugno.  Se il consiglio non si insedia infatti non può votare per le elezioni provinciali che quest’anno sono elezioni di secondo grado: a votare non saranno cioè i cittadini aventi diritto, ma sindaci e consiglieri dei Comuni dell’ex provincia interessata. Ma se non si effettuano tutti i passaggi propedeutici i consiglieri non possono votare, quindi gridare alla vittoria è inopportuno. Inoltre si deve avere il tempo di presentare le liste e con questa ristretezza di tempi non ci sono i margini. Insomma tutto da vedere anche perchè la situazione è da riportare a quella del Comune di Caltanissetta.

Stampa articolo
Visualizzazioni articolo: 1.510
Politica

di più in Politica

Candiani sostiene Spata anche nel ricorso

Redazione19 Giugno 2019

L’ S O S di Di Paola: “Gela rischia di perdere 39 mln di euro”

Redazione19 Giugno 2019

Approvato un emendamento che salverà le ex province siciliane

Redazione19 Giugno 2019

Paola Giudice è il vicepresidente del consiglio comunale

Liliana Blanco18 Giugno 2019

Consiglio comunale con colpi di scena

Liliana Blanco18 Giugno 2019

Giudice: “Rinuncio al gettone per le sedute incomplete”

Redazione18 Giugno 2019

Consiglio comunale di domani con vicepresidente individuato

Liliana Blanco17 Giugno 2019

202 mila euro per il progetto esecutivo del Museo archeologico di Gela

Redazione17 Giugno 2019

Provvedimenti per la viabilità nel territorio di Niscemi

Redazione15 Giugno 2019