Hai trovato la muffa in lavatrice? Vero e proprio incubo: c’è solo questo modo per porre rimedio

La lavatrice è un elettrodomestico essenziale, ma occhio alla muffa: se si presenta è un guaio serio. Ecco come porre rimedio.

Tra i tanti elettrodomestici che ci semplificano il lavoro in casa, la lavatrice è di sicuro il più amato e indispensabile. Ci permette di risparmiare tempo prezioso, perché lava indumenti e bucato al posto nostro, garantendoci l’eliminazione di microbi, germi e batteri e lasciando i nostri capi profumati e igienizzati. Una manutenzione accurata, però, è essenziale per prevenire un problema odioso: la formazione di muffa. Questa andrebbe, infatti, ad inficiare il suo lavoro e rovinare il risultato.

Muffa in lavatrice rimedio
Addio muffa in lavatrice: ecco cosa usare Visionedioggi.it

Sappiamo tutti che la muffa si forma soprattutto in ambienti umidi e, essendo la lavatrice un elettrodomestico che si serve di acqua per funzionare, non c’è da sorprendersi se, di tanto in tanto, la vediamo fare capolino, o ne avvertiamo l’odore sgradevole. Agendo in modo tempestivo e soprattutto costante, però, possiamo evitare tale problema.

Muffa in lavatrice, come liberarsene: il rimedio a costo zero

Sono molti i prodotti in commercio mirati per la pulizia e la salvaguardia della lavatrice. Tuttavia, pochi sanno che ne abbiamo altrettanti già in casa che ci permettono di ottenere lo stesso un risultato eccellente senza dover spendere nemmeno un soldo. Oggi ci focalizzeremo, in particolare, su due di questi: ecco come servircene per scongiurare il problema muffa e le sue fastidiose conseguenze.

Aceto rimedio muffa
L’aceto contro la muffa in lavatrice: rimedio a costo zero Visionedioggi.it

La prima soluzione prevede l’uso di comune aceto di mele. Questo prodotto, igienizzante e anti-odore, ci consente di pulire in modo accurato ogni angolo della lavatrice. In particolare modo cestello, guarnizioni e vaschetta dei detersivi, che sono i punti in cui rischia di formarsi la muffa per la maggiore. Possiamo utilizzare l’aceto inumidendo un canovaccio di cotone, per strofinare e scrostare le guarnizioni e, ovviamente, un composto di questo e di acqua calda per provvedere, invece, alla vaschetta e al cestello.

Ancora, in nostro aiuto arriva l’acido citrico. Potente ed efficace, possiamo sfruttarlo per effettuare un ciclo di lavaggio a vuoto della lavatrice, ovvero senza capi. Basta utilizzarlo, mescolato sempre con acqua calda regolandoci con le dosi in base alla grandezza dell’elettrodomestico, proprio come facciamo col classico detersivo. Sistemando nella vaschetta. Una volta completato il ciclo di lavaggio vuoto, la lavatrice tornerà profumata e pronta all’uso.

Consiglio extra: ricordiamo di lasciare sempre lo sportello aperto, dopo un ciclo di lavaggio, così da garantire l’asciugatura dell’interno. E non dimentichiamo di pulire, di tanto in tanto, anche i filtri.

Impostazioni privacy