Manca poco, a breve torneranno i condizionatori: quest’anno non distrarti, prima di accenderlo devi fare questo

Per rinfrescarsi quando fa molto caldo, in tanti utilizzano i condizionatori. Prima di accenderli, bisogna fare questo.

La primavera è appena iniziata e c’è già chi pensa all’estate che arriverà fra qualche mese. In vista del grande caldo, in tanti utilizzano i condizionatori per cercare un po’ di refrigerio. Questi elettrodomestici sono molto funzionali e consentono davvero di creare un bel po’ di fresco in casa.

Condizionatori: cosa fare prima di accenderli
Prima di accendere i condizionatori, bisogna fare una cosa molto importante per garantirne il corretto funzionamento – visionedioggi.it

Tuttavia, prima di accenderli bisognerebbe sempre fare una cosa molto importante per garantirne il corretto funzionamento nel tempo ed evitare sprechi di energia.

Cosa fare prima di accendere i condizionatori

I condizionatori hanno rivoluzionato di molto il modo di vivere l’estate. Quando il caldo torrido si fa sentire, basta accenderli per creare un po’ di aria fresca in casa e rinfrescarsi. Tuttavia, sfruttati come sono ogni anno, bisogna occuparsi periodicamente della loro pulizia e manutenzione. Soprattutto perché sono stati fermi a lungo, ma anche nel caso vengano usati sia in inverno che in estate. La manutenzione non solo serve per far durare più a lungo l’elettrodomestico e preservarne le funzionalità e la sicurezza, ma anche per ridurre gli sprechi e garantire la salute di chi abita in casa.

Condizionatori: come pulirli
Prima di accendere i condizionatori in estate bisogna occuparsi della pulizia di alcune componenti e della loro manutenzione – visionedioggi.it

Dunque prima di accendere i condizionatori bisognerebbe pulire adeguatamente le loro diverse componenti, perché qui dentro possono diffondersi virus, batteri, polvere e microrganismi potenzialmente dannosi. Bisognerebbe dunque pulire:

  • i filtri, aprendo lo sportello dello split e sganciando la griglia di emissione. Sarà sufficiente usare un pennello o un panno cattura polvere per togliere lo sporco in eccesso; quindi, con un panno in microfibra inumidito con acqua tiepida, lavare il filtro. I filtri di plastica possono essere lavati direttamente sotto acqua corrente e rimessi nel condizionatore quando sono asciutti. Se invece sono fatti di schiuma diretta, bisogna avere l’accortezza di non passarli sotto l’acqua. Quelli in materiali esauribili, ad esempio fatti in carboni attivi, vanno sostituiti con altri nuovi.
  • il corpo centrale interno, prima di tutto staccando l’alimentazione e poi aspirando lo sporco dopo aver tolto il coperchio e rimosso e pulito il filtro. Basterà un panno in microfibra imbevuto con un detergente antibatterico. Pulire anche le bocchette e reinserirle quando sono asciutte.
  • il corpo centrale esterno, smontando il coperchio quando il climatizzatore è spento ed eliminando con attenzione tutti i depositi di sporco e le ostruzioni munendosi di una spazzola con setole dure oppure direttamente con il getto di acqua di una vaporella.

    Condizionatori come pulirli
    Manutenzione dei condizionatori: come procedere (visionedioggi.it)

Dopo aver pulito filtri e il corpo centrale, bisogna verificare il funzionamento dei condensatori e se ci sono eventuali perdite di gas refrigerante: queste possono compromettere il corretto funzionamento dei condizionatori. E impattare di molto sui consumi energetici. In questo caso è consigliabile contattare regolarmente un tecnico specializzato abilitato e un’azienda certificata con personale che abbia il patentino per poter operare con i gas refrigeranti.

Con la corretta pulizia e manutenzione dei condizionatori in casa, questi erogheranno una fresca aria in estate durante le giornate calde, senza rischi per la salute e senza inutili sprechi di energia. 

Impostazioni privacy